Jumping Jack Flash weblog

Presepe meccanico – puntata 5 – 23/12/2019: le galline che beccano

Posted in stampa 3d by jumpjack on 24 dicembre 2019

Nuovo test di realizzazione di un automa: questa volta dovrebbe simulare dei polli che beccano.

 

Ho provato a realizzarlo mediante una serie di barre collegate a delle ruote che girano (una sorta di manovelle in serie), dopo averle precedentemente simulate con programmi come Linkage e Solvespace, ma la realizzazione pratica è piuttosto complicata perché non c’è un perno unico centrale che sostiene tutta la struttura delle ruote, che invecesi autosostengono una sull’altra, per cui non si può fare un montaggio provvisorio senza colla, e quindi non si possono fare esperimenti e prove.

Per studiare a tavolino il meccanismo ho usato il programma Linkage di simulazione di reazioni vincolari animate:

A video il meccanismo funziona, ma il programma, essendo solo 2d, non permette di calcolare a schermo anche la costruzione vera e propria, che si è rivelata poi molto ostica, essendo molto complicato vincolare tra loro in modo fisso e stabile i tre braccetti-manovella: conviene quindi stampare tutto il meccanismo in blocco unico; questo impedisce di applicare successivamente le barre di collegamento ai “polli”/triangoli, ma si può ovviare sostituendoli con pezzetti di fil di ferro opportunamente sagomati per agganciarsi a manovelle e triangoli.

Ho fatto una prima prova usando semplici ruote tonde… ma su una stampante a filo non si stampano bene per via della piccolissima base di appoggio, e ho preferito non usare supporti perchè comportano troppo lavoro di rifinitura successivo con lima e cartavetrata; ho quindi optato per una soluzione di questo tipo:

Il risultato è stato che gli spigoli delle “ruote” sbattno sul tavolo perchè il supporto aveva troppo poco margine! Per non dover ristampare tutto, ho deciso di tagliare velocemente via i 4+4 angoli, ottenendo quanto segue, che ovviamente è solo un prototipo per fare esperimenti:

 

 

Un’altra possibile soluzione sarebbe di usare camme al posto di braccetti o ruote, col vantaggio che le varie camme possono essere tutte connesse tra loro da un unico perno centrale, rendendo la struttura più simmetrica e solida; sfortunatamente, Linkage non consente di simulare camme, nonostante la loro implementazione fosse stata annunciata già nel 2015, insieme a quella della “visione d’insieme delle parti”, che invece è già stata implementata:

 

Programmi alternativi, anche più potenti, sarebbero SolveSpace e Freecad, ma non ho ancora imparato a usarli, e il secondo è davvero complicatissimo da usare. Il primo è più semplice, sono già riuscito a simulare “linkage” e “constraints” vari, ma devo riuscire a imparare anche come associare “constraints” (vincoli) a oggetti 3d importati in formato STL, o a creare oggetti 3d direttamente dentro al programma stesso.

Per il momento quello che sono riuscito a capire dei tre programmi è dove si trovano i comandi per definire i vari “constraints”:

 

In “linkage” invece i comandi per inserire oggetti, corrispondenti alle barre-strumenti in alto in SolveSpace e Freecad, sono “nascosti” nel menu contestuale che si apre col tasto destro: