Jumping Jack Flash weblog

Ecojumbo ibridio piombo-litio: esperimento terminato

Posted in batterie, Diario elettrico Ecojumbo 5000, scooter elettrici by jumpjack on 9 novembre 2014

L’esperimento di sostituire una batteria PbGel esausta con una normale batteria da auto sull Ecojumbo, per verificare se il collegamento in parallelo con una batteria al litio ne avrebbe prolungato la vita, è terminato.

La batteria per auto non ha retto.

Dopo qualche settimana di utilizzo, non è più possibile caricare il pacco batterie perchè le 4 vecchie batterie sono a12,8 volt e la quinta è a 11,5 volt, per un totale di 62,7 volt, che il caricabatterie interpreta come 12,54 volt a batteria, cioè batterie cariche, e quindi non carica.

Purtroppo, vista l’ “accroccaggine” dell’esperimento (la nuova batteria, oltre che non-gel, è da 30Ah anzichè 45,  sennò non c’entrava…), non è dato di sapere se il cedimento è dovuto all’ininfluenza della batteria al litio, a all’essere in serie con batterie al piombo troppo diverse.

Comunque basta così col piombo, è ora di passare al litio.

Diario elettrico Zem Star 45 – 16 marzo 2013

Posted in ambiente, scooter elettrici by jumpjack on 16 marzo 2013

Oggi, come già anche una quindicina di giorni fa, ho percorso più di 30 km con lo scooter, anzichè i soliti 10+10 per andare a lavoro; quando torno da lavoro ho difficoltà “sul finale”, specie se piove e fa freddo, sulle salite,e arrvio a casa con la batteria carica a metà.
Invece, in queste due prove “lunghe” la batteria si è scaricata solo per metà della prima tacca (su tre tacche), e all’arrivo a casa lo scooter correva ancora come un treno…. MA solo in pianura: alla prima salita, e dopo 30 km ad ogni partenza, la lancetta della batteria va sul rosso e suona il cicalino; quando mi rifermo, la lancetta torna a metà della prima tacca IN ALTO, quindi come a indicare una scarica del 20%.
Praticamente le mie batterie sembrerebbero soggette a uno strano fenomeno non ducumentato sui datasheet che ho letto finora: contengono ancora moltissima energia, ma non hanno più potenza!
L’idea di mettere un supercondensatore la sto abbandonando perchè troppo complicato, oltre che costoso, trovare l’elettronica di controllo, però vorrei riuscire a trovare una piccola batteria da qualche centinaio di wattora appena, da usare “con le veci” di un supercondensatore: se riuscissi a trovare/costruire un pacco da 60V/10Ah/3C, lo scooter disporrebbe di almeno 40A sicuri per partenze e salite, e per parecchi secondi inveve che 2 come nel caso dei supercondensatori,quindi potrei forse prolungarne la vita un bel po’… in attesa di trovare invece la batteria “completa” per il Lepton, che se ne sta lì sotto la pioggia ad aspettare…

Intanto, lo Zem ha “perso un altro pezzo”, il contachilometri non va più; non so se si è sganciato o rotto il cavo, devo controllare.
E lo specchietto di destra ha deciso di farmi venire un esaurimento, tutti i giorni lo avvito e stringo il controdado, e tutti i giorni dopo solo una ventina di buche si risvita. Ora l’ho stretto talmente forte che temevo di slabbrare l’impanatura, vediamo se tiene!

Una delle due vecchie batterie appare più “stanca” dell’altra, lo scooter risulta moscio già dopo 10 chilometri invece che dopo 20.

Ogni tanto l’acceleratore non ha effetto: lo metto a manette per partire… ma resto fermo come un sasso!
Non riesco a capire se dipende dai sensori di sicurezza dei freni, dall’acceleratore stesso o da altro.

Anche il sedile sta ormai per lasciarmi: dopo due anni di esposizione alle intemperie e alle mie chiappe, si sono formate dapprima delle pieghe, che ora si sono consumate, è scomparsa la plastica e si vede il tessuto sotto; mi sa che tra un po’ si aprirà come un carciofo.

Considerando che tecnicamente sarebbe ancora in garanzia, se non fosse per il filo staccato dal meccanico quasi due anni fa, sono un sacco di impicci!

PinguiLogger – registrazione corrente e tensione con board Pinguino

Posted in hardware, Programmazione by jumpjack on 12 febbraio 2013

Sta per vedere la luce il mio PinguiLogger 🙂 , un aggeggino che permette di registrare correnti fino a 70 A e tensioni fino a 60V su scheda SD, per analizzare cosa combina il mio scooter elettrico.

Al momento il listato C è già pronto e funzionante su scheda Arduino, anche se si limita a registrare i dati senza elaborarli, quindi registra solo valori compresi tra 0 e 1023 da due sensori di corrente e da due partitori di tensione 1:21, creando un file .CSV; poi bisogna importare il file in Excel e fare i dovuti calcoli.

I campi registrati nel file sono:

  • tempo (millisecondi)
  • riferimento 1
  • corrente 1
  • tensione 1
  • riferimento 2
  • corrente 2
  • tensione 2

Il “riferimento” è il pin di riferimento dei sensori di corrente, il cui valore dovrebbe servire, se ho ben capito, a indicare a quale valore del pin di output corrisponde una corrente nulla (perchè immagino che il “punto 0″ dipenda dalla tensione effettiva di alimentazione”, ma devo ancora studiare bene la faccenda…

(more…)