Jumping Jack Flash weblog

Diario elettrico Greengo Icaro – 31 maggio 2019, di nuovo su strada

Posted in minicar elettriche by jumpjack on 1 giugno 2019

E’ stata davvero dura.

3 mesi di attesa, 1300 euro, e un’auto “forse riparata”.

Dettagli qui:

https://www.forumelettrico.it/forum/assistenza-t5792.html

Riassunto:

  • Sostituito BMS.
  • Sostituita batteria servizi da 12V.
  • Estremamente insoddisfatto dell’assistenza ricevuta.
  • Spesa di 1.300,00 euro.
  • Nessuna possibilità di rivolgersi ad altri per l’assistenza.
Tagged with: , , ,

Diario elettrico Ecojumbo 5000 – batteria riparata

Posted in batterie by jumpjack on 13 novembre 2016
I pezzi sono arrivati, ho fatto tutti i collegamenti bms/celle, e la batteria funziona.
Tutto ok… però… in realtà non tutti i pezzi vanno bene:
– avrei dovuto prendere un connettore da 13 anzichè da 12: avevo dimenticato che sul mio i sono 21 pin, non 20! (alcuni ne hanno solo 20…) Ho rimediato facendo un collegamento volante alla massa… ma non mi piace per niente!
– i pin femmina che ho preso non vanno bene; nelle immagini su RS è quasi impossibile capirlo, ma ora che ho in mano spinotto e pin, mi sono reso conto che un certo tipo di pin va solo su certi tipi di spina, altrimenti non si incastra a scatto, quindi si sfila facilmente! Solo che per capirlo bisogna guardare i pin con la lente di ingrandimento, o avere a disposizione foto dello spinotto e del pin fatte dal lato dell’incastro, mentre su RS le foto sono del tutto a caso!
Adesso però ho capito anche  come scegliere l’accoppiata spina/pin su RS a prescindere dalle immagini; per esempio, scegliendo uno spinotto “JST serie ZH”, quando vado a scegliere il pin femmina dovrò specificare come filtro,  nel campo “per utilizzo con”, la serie giusta, cioè ZH.
Quindi, se per esempio scelgo lo spinotto 762-0866 (codice costruttore ZHR-13), dovrò associargli i pin 762-0761  (codice costruttore BZH-003T-P0.5), fatti così:
pin-femmina-jst-zh
lo spinotto corrispondente a 13 vie:
spina-jst-femmina
Quest’immagine mostra la difficoltà nello scegliere il pin giusto:
spina-pin
– la stripboard che ho usato è troppo piccola; pensavo di poterla accroccare un po’ mettendo insieme due ritagli; in effetti la cosa ha funzionato… ma il lavoro non mi sembra abbastanza solido e pulito per resistere alle vibrazioni stradali per anni; quindi ho deciso di comprare una nuova stripboard bella grande, da poter sagomare senza compromessi, secondo le mie specifiche esigenze.
Ho usato una stripboard perchè il circuito è il seguente:
20161109_175909.jpg
I cavi in basso vengono dal BMS, quelli in alto dalla batteria; in mezzo c’è un’altra fila di spinotti per un’altra batteria, e 3 pinstrip dove attaccare temporaneamente un CellLog8S per monitorare le celle; avendo il CellLog solo 9 pin per monitorare 8 celle, per poter monitorare l’ultima cella del primo gruppo ho dovuto mettere una strip a 10 pin invece che 9, e collegare l’ultimo pin al gruppo successivo, così basta “shiftare” il cellog di una posizione per monitorare le celle da 2 a 9, mentre il secondo gruppo monitora le celle successive.
L’idea sarebbe, un giorno, di collegare entrambe le batterie a un unico BMS, per poter così finalmente avere una batteria unica e poter quindi usare la frenata rigenerativa; dovrò però trovare il modo di installare comunque una batteria di emergenza, perchè se l’unica batteria si spegne/rompe, si spengono anche i fari! Il rischio non è ovviamente accettabile, quindi o metto una batteria di servizio da 12V, o una terza batteria da 60V…
La batteria finale ha BMS esterno, cosa che dovrebbe rendere più facile manutenzione, monitoraggio e upgrade.
20161109_175849.jpg

Diario elettrico Zem Star 45 – 28/7/2013 – La resurrezione della batteria

Posted in batterie, scooter elettrici by jumpjack on 28 luglio 2013

Diversi mesi fa una batteria mi ha completamente abbandonato: benchè risultasse sempre quasi carica, una volta sullo scooter restava “accesa” per pochi secondi, per poi spegnersi al minimo sforzo richiesto.

Cablandola con due CellLog8S sono riuscito a scoprire la causa, riassunta in questo grafico della tensione di cella in fase di ricarica:

Sapendo che la tensione minima ammessa di batteria scarica per una cella li-ion è di 3,0 volt, risulta evidente il disastro: le righe in altro rappresentano le celle a posto, la riga in basso rappresenta la cella 16: irrimediabilmente rovinata! Durante la ricarica ha preso un po’ di tensione, ma poi è crollata.

Così ho deciso di cambiarla per vedere se riesco a rivitalizzare un po’ la batteria: visto che l’altra batteria risulta avere 14 celle su 16 apparentemente in ottime condizioni anche sotto carico, ho tolto una cella da quella (in realtà un blocco di 6 celle in parallelo) e l’ho piazzato, con non poca fatica, in quella che chiamo “batteria 2”, quella morta.

(more…)