Jumping Jack Flash weblog

Diario elettrico Zem Star 45 – 31/7/2013: C’è di nuovo gusto a gironzolare elettricamente!

Posted in scooter elettrici by jumpjack on 31 luglio 2013

Gli ultimi tre mesi in scooter sono stati un pianto: dovevo scegliere solo percorsi pianeggianti, andare piano, e comunque rassegnarmi a tornare a casa quasi a spinta, perchè la batteria 2 si spegneva in caso di eccessivo sforzo, quindi di fatto viaggiavo solo con la batteria 3, completamente in riserva per tutto il viaggio di ritorno. L’ultimo mese ho proprio dovuto rinunciare allo scooter e andare in giro in auto, perchè il ritorno a casa non era più garantito.

Ma dopo il “trapianto di organi” dalla batteria 1 alla batteria 2, sto assistendo a una specie di rinascita! Ora non solo arrivo tranquillamente a casa senza che la riserva abbia mai suonato in 20 km di strada mista salite/discese/pianure… ma posso anche permettermi di gironzolare lungo il tragitto, andando 5 km di là, altri 10 km di là… e l’ago del voltmetro di bordo non scende mai sotto la prima delle 3 tacche! Ma solo sotto sforzo… perchè ad acceleratore chiuso sta appena a un millimetro o due sotto il valore massimo!

E arrivato a casa dopo 35 km di gironzolamento, sta appena a metà della prima tacca!

Eppure è strano… perchè il grafico di mezza batteria (8 celle) è un vero schifo!!

bat2-2013-07-31-ritorno

Interessante anche quanto si “ricaricano” le batterie da sole durante le soste!

bat2-2013-07-31-ritorno2

Saranno i 35°C a rigenerarle? 😉

Sicuramente contribuiscono a migliorarne le prestazioni in marcia! Chissà quest’inverno…

Ma quest’inverno potrò comunque sostituire le 3 celle morenti con altre più prestanti.

Ho calcolato che ogni nuovo caricabatterie che compro mi costa 600  km in più da fare… e ne ho già comprati 3; più il motore inutile (350,00) e la batteria seminuova senza garanzia (300,00) . Ogni euro sono 10 km da fare senza benzina…

Diciamo che lo scooter deve sopravvivere fino a maggio 2015 per ripagarsi… 🙂

Posted in batterie, scooter elettrici by jumpjack on 28 luglio 2013

Dopo i grafici della batteria 1 e della batteria 2 ecco infine i grafici della batteria 3:

Bat3-GrXY-org

Identici in modo impressionante!

Forse grazie al fatto che la batteria è un po’ più giovane e l’ho trattata meglio fin dall’inizio, usandola sempre in parallelo, non presenta nessuna cella danneggiata; tuttavia, la batteria è complessivamente “stanca”, come si vede dal tratto di utilizzo da sola, che fa scattare la riserva dopo poche decine di secondi (penso che scatti intorno ai 3,2 volt, o 51,2 se è tarato sulla tensione totale).

Ecco infine un grafico di confronto di tutte e tre le batterie (su sole 8 celle per ciascuna, giusto per avere un’idea=:

batt1-2-3

Non sono molto confrontabili visto che il primo test è durato 25 minuti, il secondo un’ora e il terzo 10 minuti, ma nei prossimi giorni dovrei essere in grado di effettuare registrazioni più uniformi andando a lavoro.

A proposito di registrazioni, ho capito come usare al meglio il logger Jun-Si CellLog8s: visto che può creare più file diversi che chiama LogfileX con X=numero, e che accoda automaticamente ogni log all’ultimo file usato precedentemente, dovrei riuscire a creare un file diverso per ogni batteria su cui memorizzare, in ognuno, più giorni di scarica e ricarica.

…sempre se non mi dimentico di scegliere ogni volta il file giusto, visto che ho 2 log per 3 batterie…

E devo anche decidermi a contrassegnere i due logger, visto che ognuno logga solo mezza batteria, ma è impossibile attaccare un’etichetta ai logger perche’ fatti di una plastica scivolosissima, e non ci posso nemmeno scrivere sopra perchè sono neri… Dovrò inventarmi qualcosa.

 

Tagged with: , , ,

Diario elettrico Zem Star 45 – 28/7/2013 – La resurrezione della batteria

Posted in batterie, scooter elettrici by jumpjack on 28 luglio 2013

Diversi mesi fa una batteria mi ha completamente abbandonato: benchè risultasse sempre quasi carica, una volta sullo scooter restava “accesa” per pochi secondi, per poi spegnersi al minimo sforzo richiesto.

Cablandola con due CellLog8S sono riuscito a scoprire la causa, riassunta in questo grafico della tensione di cella in fase di ricarica:

Sapendo che la tensione minima ammessa di batteria scarica per una cella li-ion è di 3,0 volt, risulta evidente il disastro: le righe in altro rappresentano le celle a posto, la riga in basso rappresenta la cella 16: irrimediabilmente rovinata! Durante la ricarica ha preso un po’ di tensione, ma poi è crollata.

Così ho deciso di cambiarla per vedere se riesco a rivitalizzare un po’ la batteria: visto che l’altra batteria risulta avere 14 celle su 16 apparentemente in ottime condizioni anche sotto carico, ho tolto una cella da quella (in realtà un blocco di 6 celle in parallelo) e l’ho piazzato, con non poca fatica, in quella che chiamo “batteria 2”, quella morta.

(more…)

Diario elettrico Zem Star 45 – Jun-Si CellLog8S e batteria disastrata

Posted in ambiente, auto elettriche, batterie, scooter elettrici by jumpjack on 26 luglio 2013

Dopo “soli” 2 anni e 2 mesi dall’acquisto dello scooter sono riuscito a trovare un dispositivo in grado di registrare momento per momento lo stato di ogni singola cella delle mie batterie, in modo da poter finalmente capire cosa succede dentro quelle valigette nere e scoprire perchè le batterie non vanno più.

Sto ancora cercando di capire bene come funzionano il logger e il relativo programma, LogView, poi mi organizzerò ben bene con log giornalieri.

…ma un primo risultato è veramente sconfortante!

LogB

Adesso capisco perchè il BMS mi spegne completamente la batteria se gli chiedo troppa corrente!

Quella povera cella n.1 arriva all’impossibile tensione di 2,6 volt quand’è messa “sotto pressione”!!!

Sarebbero già pochi i 3,8 da cui parte quando è completamente “carica” (in realtà quando è carica dovrebbe stare a 4,1, ma più di così non si carica), ma la tensione minima di una batteria li-ion che non sia LiFePO4 non deve scendere sotto i 3,0 volt!

Quindi quella cella è completamente andata.

Le altre 8 celle:

LogA

Anche la cella 4 di questo gruppo non sta molto bene, ma comunque non scendea mai sotto i 3,4, ben lontani da 3,0.

Quello che mi preoccupa è la cella 8, che semplicemente “scompare” andando a zero.

Spero si sia staccato un filo…

Comunque sia, la situazione non è drammaticissima: anche se non tutte le celle, a batteria carica, stanno a 4,1 V, solo 3 sono in cattive condizioni, di cui una forse solo “per finta” per via di un filo staccato nel logger, una messa così così, e una da buttare.

Nell’altra batteria ho altre 16 celle, magari 2 o 3 saranno buone, quindi è sperabile che di due batterie disastrate riesca a farne una in buone condizioni.

Prima però devo fare tutti i cablaggi anche in quella (una batteria era già cablata da 6 mesi in attesa di un logger…), e ovviamente anche nella terza, che è quella che si comporta “meglio”, con ben 10km di autonomia…