Jumping Jack Flash weblog

Ancora un po’ di storia delle origini della Greengo

Posted in minicar elettriche by jumpjack on 22 marzo 2019

Rricerca precedente

Nuovi dati desunti a partire da questa pagina.

 

  • In principio c’era l’università di Parma.
  • Poi nel 2002 nacque lo spinoff Etheria.
  • Nel 2003 diventa partner di H3G Italia.
  • Nel 2004 il Gruppo SCE Elettronica di Modena acquisisce la quota maggioritaria dello Spinoff, con l’obiettivo di focalizzare la produzione attorno al progetto CameraCar: sistema digitale di videocontrollo per mezzi in movimento.

La loro storia ufficiale finisce qui…. ma io so che nel 2006 nasce il progetto Icaro, realizzato da una ditta di cui ora non ricordo il nome (gener… qualcosa?)  in collaborazione con una certa ditta C.S. di Modena, la “Convertitori Statici”…. quella che poi diventerà “C.S. Group”, attuale proprietaria del marchio Sharengo, marchio di carsharing basato appunto sulle Greengo Icaro.

Cercando “Gruppo SCE Elettronica di Modena” escono fuori vari indirizzo… tra cui anche un http://www.sce.it che avevo già provato qualche mese fa e risultava defunto, mentre ora risulta vivo e vegeto. Questo l’elenco dei siti forniti dalla ricerca:

 

L’home page del sito SCE Group è interessante:

 

Compaiono infatti sia la C.S. che Etheria.

Nella pagina della SCE si legge poi:

BMS E BATTERIE AL LITIO Dal 2007 SCE produce sistemi con celle al litio in sostituzione delle tradizionali batterie al piombo con BMS modulare ITALIANO. 

Cioè, poco dopo la creazione della Greengo e delle Icaro, ovviamente la SCE, ditta di “elettronica personalizzata” è entrata nel mercato dei BMS e delle batterie al litio.

Hacking Icaro: centralina GSM/GPS – puntata 1 (3/3/2019)

Posted in hacking, hardware, minicar elettriche by jumpjack on 10 marzo 2019

L’anno scorso ho provato a smontare ed esaminare la centralina GPS/GSM che rende(va) la Icaro (o meglio i.car.0) una “interconnected car”, inviando a una centrale di monitoraggio remoto decine e decine di telemetrie, come descritto in questo thread:

https://www.forumelettrico.it/forum/centralina-gsm-gps-t2437.html

Alcune foto della centralina.

Qui si vede il contenitore dell SIM card e un connettore a pettine a 12 pin:

Questo è il modulo GPS, un “GA71 V4.0 SiRF star III” a 20 canali:

 

Alcune marcature utili per l’identificazione:

Visione d’insieme; in alto la batteria-tampone ricaricabile al NiMH da 3.6V:

Questi pin, apparentemente interessanti… si sono rivelati completamente muti e inutili:

 

 

Quelli che invece si sono rivelati molto interessanti sono quelli dello strip maschio a 12 pin: collegandolo a un adattatore TTL/seriale per il PC, sono riuscito a dare una sniffata, scoprendo questo:

Per il momento non sono riuscito ad agganciare la rete, nemmeno togliendo la SIM originale e mettendo la mia, ma farò ovviamente altre prove.

Probabilmente, infatti, solo una volta che la scheda riesce ad agganciare la rete fa un tentativo di agganciarsi ai server remoti che un tempo leggevano queste telemetrie; bisogna vedere poi:

  • se la scheda aspetta una risposta dal server prima di inviare dati, o se li invia “a fondo perduto”
  • se è possibile riprogrammare a mano l’indirizzo a cui la scheda tenta di collegarsi
  • varie ed eventuali

Comandi AT: