Jumping Jack Flash weblog

Diario elettrico Ecojumbo 5000 – 22/11/2015: studio e pianificazione cablaggi

Posted in Diario elettrico Ecojumbo 5000, scooter elettrici by jumpjack on 22 novembre 2015

NOTA: per i cablaggi definitivi Ecojumbo-Kelly vedi: https://jumpjack.wordpress.com/2016/02/22/diario-elettrico-ecojumbo-2022016-il-risveglio/

Oggi mi sono dedicato allo studio e alla ri-pianificazione totale dei cablaggi dello scooter, in modo da includere i nuovi componenti: il contattore, i fusibili da 400A e la resistenza di precarico P-C164_4.0 da 164Ohm/4sec.
Per il contattore ho trovato nella parte posteriore del sottosella un piccolo vano delle dimensioni esatte del contattore, quindi lo monterò lì;
Nella parte anteriore del sottosella c’è un altro piccolo vano: il contattore ci entrerebbe comodamente, ma nasconderebbe due grosse viti che fissano il sottosella allo scooter, e che tolgo tutte le volte che devo fare manutenzione all’impianto elettrico, quindi il contattore non posso metterlo qui; però la resistenza di precarico è molto più piccola e non impedisce l’accesso alle viti, quindi la monterò qui, accanto all’interruttore manuale.
Non sono ancora riuscito a trovare il posto adatto dove fissare gli enormi fusibili da 400A, forse dovrò comprare uno scatolotto apposito.

Ho poi compilato una lista di cose da fare:

  • Cablaggi batterie:­
  • Togliere doppia spina­  da prolunga prima batteria (avanzo di vecchio cablaggio “provvisorio”)
  • Saldare anderson­
  • Accorciare­ prolunga seconda batteria
  • Saldare anderson ­

 

  • Saldare anderson sottosella ­ (togliere morsetto provvisorio)
  • Etichettare cavi potenza scooter­(ora come ora è un groviglio senza spiegazioni, se passo un mese senza fare manutenzione “straordinaria”, mi scordo a cosa serve ognuno dei 6 connettori vaganti…)
  • Fissare morsettiere esistenti­ (una volta erano fissate al vano batterie, le avevo tolte per fare posto alla mia batteria artigianale, ora non più usata)
  • Etichettare tutti i fili e cavi
  • Strecciare fili voltmetri­ (altro groviglio da sbrogliare…)
  • Fissare centralina a vano batterie, esternamente, davanti alla ruota posteriore
  • Aggiungere plastica morbida a parafango­, per riparare la centralina dal fango della ruota posteriore
  • Piegare contenitore batterie­ (avevo piegato un lato per far posto alla batteria artigianale, ora non serve più, e se non lo riaddrizzo, la centralina non c’entra)
  • Saldare 3 anderson-mono su scooter ­(per cavi delle fasi, ma solo per i test di connessione per trovare la sequenza giusta, perchè sono quelli piccoli da 50A dello Zem)
  • Servono cavi più spessi per connettore ­principale scooter. Quello che c’è già d­iventerà “di servizio”, ma ha cavida 30A.

Ho trovato un filo dove arrivano 12V solo a quadro elettrico acceso: lo userò per alimentare la resistenza di precarico; attualmente alimenta un misterioso circuitino nel cruscotto, e un voltmetro installato da me.
Ho scoperto che al blocchetto di accensione arrivano 60V… ma non ho capito poi dove”vanno” i 60V: al DC/DC (assorbendo quindi pochi Ampere) o alla centralina (che assorbe anche 100 Ampere)?? Il secondo caso è assolutamente da evitare, potrebbe essere la causa della fusione delle plastiche del precedente blocchetto di accensione! Ma potrebbero essere state anche solo le scintille di connessione, che eliminerei installando il contattore.
Ho scoperto che anche all’orologino del cruscotto arrivano 60V, mah…

Avrò da fare per tutto l’inverno, visto che ormai quando torno da lavoro è già buio e posso lavorare allo scooter solo nel weekend!

Diario elettrico Ecojumbo 5000 – 17/11/2015: finalmente la connessione PC-centralina funziona

Posted in Diario elettrico Ecojumbo 5000, scooter elettrici, Uncategorized by jumpjack on 22 novembre 2015

Dopo aver provato 4 computer diversi, di cui uno sotto Windows 8 e sotto XP, un’altro con solo XP e 2 con Windows 7, e dopo aver provato quattro programmi diversi di “serial port sniffing”, dopo aver provato sia con convertitori USB-serial che con porte seriali vere, montate su PC che avevo in naftalina….
all’improvviso è comparsa la tanto agognata schermata del programma della Kelly!! 🙂

Prima di lanciarlo, avevo avviato uno dei vari programmi di monitoraggio delle porte seriali che ho installato: si chiama “Free Device Monitoring Studio”, che ha alcune funzioni free e alcune che durano solo 21 giorni.
Non so se quella che sto usando per il monitoraggio (“request view”) è free o in prova…. ma fin tanto che funziona, ne approfitto per loggare cosa dice il PC alla centralina:

000001: PnP Event (DOWN), 17.11.2015 18:48:50.957 (1. Device: Porta di comunicazione (COM1))
The device has just been connected to the system.
000002: Create Request (DOWN), 17.11.2015 18:49:00.773 +9.815 (1. Device: Porta di comunicazione (COM1))
Process 0xc74 (Kelly Controller.exe) attempted to open the device
000003: Create Request (UP), 17.11.2015 18:49:00.788 +0.015 (1. Device: Porta di comunicazione (COM1))
Process 0xc74 (Kelly Controller.exe) create request status: 0x00000000
000004: I/O Request (DOWN), 17.11.2015 18:49:00.788 +0.0 (1. Device: Porta di comunicazione (COM1))
IOCTL_SERIAL_SET_QUEUE_SIZE: Set queue size
InSize=512
OutSize=512
000007: I/O Request (UP), 17.11.2015 18:49:00.788 +0.0 (1. Device: Porta di comunicazione (COM1))
IOCTL_SERIAL_GET_BAUD_RATE: Retrieve Baud Rate
Baud Rate=1200

000009: I/O Request (UP), 17.11.2015 18:49:00.788 +0.0 (1. Device: Porta di comunicazione (COM1))
IOCTL_SERIAL_GET_LINE_CONTROL: Retrieve line control
WordLength=7
StopBits=1 stop bit
Parity=No parity

[…]

000022: I/O Request (DOWN), 17.11.2015 18:49:00.788 +0.0 (1. Device: Porta di comunicazione (COM1))
IOCTL_SERIAL_SET_BAUD_RATE: Set baud rate
Baud Rate=19200

000024: I/O Request (DOWN), 17.11.2015 18:49:00.788 +0.0 (1. Device: Porta di comunicazione (COM1))
IOCTL_SERIAL_SET_RTS: Set RTS

000026: I/O Request (DOWN), 17.11.2015 18:49:00.788 +0.0 (1. Device: Porta di comunicazione (COM1))
IOCTL_SERIAL_SET_DTR: Set DTR

000028: I/O Request (DOWN), 17.11.2015 18:49:00.788 +0.0 (1. Device: Porta di comunicazione (COM1))
IOCTL_SERIAL_SET_LINE_CONTROL: Set line control
WordLength=8
StopBits=1 stop bit
Parity=No parity

Quindi alla connessione il programma tenta un “primo aproccio” con parametri “1200,7,n,1”, poi successivamente passa a “19200,8,n,1”.

Quanto al programma, all’avvio ha questi valori:
Throttle effective starting: 20%
Throttle effective ending: 80%
Max motor current: 100%
Max battery current: 50%

La centralina ha anche una funzione di “amplificatore di corrente”, o “DC/DC converter boost”, cioè può erogare più corrente di quanta ne preleva dalla batteria, “convertendo” la tensione in corrente (in parole povere…).
Le correnti per cui è certificata la mia KEB-72801X sono 140A continui (60Vx140=8.4kW) e 350A di picco (60Vx350=21kW). Per mantenere una velocità costante di 90 km/h con uno scooter servono circa 90A continui, e 90/140=0.64, quindi dovrei impostare la corrente del motore su 65%.

Ho due batterie in parallelo da 60V/18Ah, quindi 36Ah; in teoria non dovrei tirarne fuori più di 40A continui (28%,1.1C) per non rovinarle, però 40Ax60V fa solo 2.4 kW; anche considerando la tensione reale di 66V si arriva al massimo a 2.6 kW, quindi direi che sto piuttosto sovraffaticando le batterie. Dovrei comprarne un’altra, ma costa 800 euro… Preferirei aspettare di fare qualche migliaio di km per ammortizzare le due già acquistate…
Però con questa centralina ora posso decidere io quanta corrente massima tirare fuori dalle batterie. Solo che una corrente bassa corrisponde, oltre a una velocità massima inferiore, anche una accelerazione inferiore, quindi complessivamente prestazioni inferiori.

Immagino che dovrò giocherellare parecchio con questi parametri per trovare il giusto mezzo tra prestazioni e preservazione delle batteie.

Spero solo che la congiunzione astrale che ha permesso al programma della Kelly di avviarsi sia ripetibile in futuro!

Riassumo la mia configurazione:
Windows 7
Niente antivirus
Programma installato in C:
Porta seriale reale (COM1)
Centralina alimentata a 19V tramite i pin del connettore di segnale (PWR e GND) (i limiti di funzionamento sono 18-72V).
Monitoraggio seriale tramite HDD Device Monitoring Studio ( Binary File, Serial Port, USB, Network Developer Software for Windows)

Diario elettrico Ecojumbo 5000 – 13-11-2015: risposte della Kelly a domande sulla centralina

Posted in Diario elettrico Ecojumbo 5000, scooter elettrici, Uncategorized by jumpjack on 22 novembre 2015

Non riesco a collegare la centralina al PC,nè tramitemcavo USB-seriale nè trite connessione seriale diretta. Ho chiesto chiarimenti alla Kelly, ecco le risposte e i miei commenti:

Please let us know SN of this controller. -> ok ora glielo mando
What is the pop-up window when the controller can not be connected to user program? –> gli manderò uno screenshot
NO.If you just want to program the controller,you just need to apply 24V for J2 pin1 and B-. –> e questo era chiaro da vari forum
The COM port is set in the computer.It is nothing to do with the user program.You may set it in the device manager of the computer. –> sì come no… Non hanno nemmeno capito di cosa parlo…
No,we don’t have the diagnostic program to be disclosed for customers. –> quindi c’è ma non me lo possono dare..
Sorry,the RS232 port is still based on setting the existing parameters in the user program.It can not accept the executive commands. –> niente comandi manuali, solo da programma
NO.The KEB doesn’t need Kelly SCI converter to support at all. –> ok, confermato, non servono ulteriori adattatori

Yes,a few tips to note.
1.You need download the latest user program from our website. –> e chissà da dove l’ho preso invece?!?
Manual & Software – Kelly Controls, LLC
2.You need to download USB driver for the USB port in your computer. –> questo è un grosso problema: Windows 8 autoinstalla il driver appena lo disinstallo , e quelli ufficiali Prolific sono fatti apposta per NON funzionare con cavi non originali.
3.Please don’t install the user program in C disk.Or you can not install the program in the driver where the antivirus software was installed.Please close all the antivirus software before operating the user program. –> Cioè il loro programma va in conflitto con l’antivirus se lo installo nello stesso hard disk dove è installato l’antivirus?!? Cmq non avevo provato a spegnere l’antivirus, vediamo se serve. Non mi piace avere sul PC indifeso un programma cinese dichiaratamente “incompatibile” con l’antivirus… forse sarà meglio anche staccare internet…
4.You may not try to connect the controller to the computer while the motor is running. –> si sapeva
5.The power supply can not be turned off during the communication. –> vabbè
6,Please note only KDS/KDHD needs Kelly SCI converter to support.Kelly SCI converter is useless for other controllers from Kelly. –>quindi è confermato
The baud rate is 19200 —> FINALMENTE UN’INFORMAZIONE UTILE!!!
7,It is better to use Win XP or 2000 for the user program.Win7 or 8 may not be compatible with the GUI. –> pessima notizia…. e se non avevo un PC vecchio??!?
8.You need reset the power supply after finish the settings –> magari arrivarci, fin qui!.

In altra mail scrivono anche che sulle centraline KEB il led verde rimane spento finchè quello rosso continua a lampeggiare

Diario elettrico ecojumbo 5000 – passaggio a centralina kelly

Posted in Diario elettrico Ecojumbo 5000, scooter elettrici by jumpjack on 22 novembre 2015

NOTA: per i cablaggi definitivi Ecojumbo-Kelly vedi: https://jumpjack.wordpress.com/2016/02/22/diario-elettrico-ecojumbo-2022016-il-risveglio/

Ecco i vari passi che si sono susseguiti nelle ultime settimane, da quando ho deciso di installare sull’Ecojumbo una centralina Kelly KEB72801x in sostituzione di quella bruciatasi quest’estate:

  • Ordine Kelly Controllers: 20/10­
  • Ordine resistenza precarico: 23/10­
  • Ordine morsettiera:­
  • Arrivo morsettiera: 26/10­
  • Arrivo centralina: 27 in SDA, ritirata 2­9/10
  • Arrivo resistenza: 29/10­
  • Acquisto cavi e viti: 3/11­
  • Collegamento primi fili ai connettori: gio 5/11­
  • Collegamenti finali fili/connettori: dom 8/11­
  • Test centralina 1 (fallito): 8/11­ – non funziona connessione a PC usando cavo USB-seriale
  • Nuovo cavo USB-seriale: 10/11­; nessun cambiamento, niente connessione
  • Test contattore e resistenza di precarico: 10/11; tutto ok
    Ho provato a collegare resistenza di precarico e contattore,e funziona tutto ottimamente: quando alimento la resistenza, sento un leggero “click” del piccolo relè interno; dopo 4 secondi sento un altro click, stavolta di attivazione dell’output che accende il relè, e un CLANK pazzesco del contattore, che fa uno scatto così potente che il contattore stesso si muove! 🙂 E’ un “piccolo” contattore da 400 ampere…
    Le connessioni resistenza-contattore sono molto semplici e indicate molto chiaramente nel manuale.
  • Altri test falliti: 12/11
  • Contattata Kelly: 12/11 (v. Post specifico)
  • Primo test funzionante di connessione a PC: 17/11 (v. Post specifico)
  • Studio e pianificazione nuovi cablaggi scooter: 22/11 (v. Post specifico)

Ecco anche la lista delle spese sostenute:

  • 1 x Centralina KEB72801X $399.00
    1 x Contattore 400A $69.00
    10 x Fusibili ANE 400A $20.00
    1 x Opzione “tenuta stagna” $19.00
    1 x Cavo centralina $9.00
    10 x Capicorda 150A $20.00
    2 x Connettori 6 pin $2.00
    2 x Connettori 9 pin $3.00
    2 x Connettori 6 pin $2.00
    2 x Spedizione $79.00
    Totale $ 620.00 (553 euro)

NOTA: per i cablaggi definitivi Ecojumbo-Kelly vedi: https://jumpjack.wordpress.com/2016/02/22/diario-elettrico-ecojumbo-2022016-il-risveglio/

Rivenditori europei di centraline per scooter elettrici

Posted in Diario elettrico Ecojumbo 5000, scooter elettrici by jumpjack on 5 ottobre 2015

www.kellycontroller.com (Cina):

  • KLS7250D – $439.00 – €385.00 (Sinusoidale: alto rendimento, basso riscaldamento, silenziosa; per motori da 5 kW;160A/400A)
  • KEB72600X – $299.00 – €266.00
  • KEB72601X – $319.00 – €283.00
  • KEB72800X (senza regen) – $379.00 / €337.00
  • KEB72801X (con regen) – $399.00 / €355.00
  • Tenuta stagna: 19$
  • Cavo a 14 poli: 9$
  • Smart precharger (circuito di pre-carica lenta per salvaguardare il controller all’accensione): €87.00, dalla Finlandia.
  • Altro smart recharger, della REC-BMS: P-C164_0.5 (o P-C164_1.5 o P-C164_4.0) 36,00 euro, dalla  Germania. Per batterie fino a 120V. Resistenza da 164 ohm. I tre modelli dànno 0.5, 1.5 o 4.0 secondi di ritardo.

http://www.green-scooter.hu/kefe_nelkulihez.html (Ungheria):

La valuta è il Fiorino Ungherese (Forint su Google), che vale 3,2 centesimi oggi; quindi per convertire in euro i prezzi bisogna dividere per 100 e moltiplicare per 3:

  • Kelly KEB72800512,00 euro
  • Kelly KEB72801 (con recupero di energia in frenata): 576,00 euro.

La 72600 non c’è, e la 72331 è per un motore da 3.3 kW.

Hanno anche:

  • Golden Motor HPC300H da 300A di picco a 320,00 euro
  • Golden Motor  HPC500H da 500A a 352,00 euro.

http://www.smartemotion.de/de/e-mobility-komponenten/steuerungen?p=1 (Germania):

  • HPC300H – 585,00
  • Sevcon Gen4 sinusoidale per motori fino a 5kW – 749,00 euro.
  • VEC 300  sinusoidale per motori fino a 5 kW – 589,00 euro.

http://www.miromax.lt/en/m-6/c-39/c-44-bldc_motor_controllers#to_products (Lituania):

http://www.lipoly.de/index.php?main_page=index&cPath=880_3834_3838_3836  (Germania):

http://www.devi-motion.com/webshop/controller/p-1/ (Olanda):

http://eskutr.cz/en/7-regulatory – Rep. Ceca (Moneta: corona):

http://emoto.fi/index.php?route=product/product&product_id=76 (Finlandia):

  • HPC300: 868,00 euro

Riepilogo:

  • KLS7250D (sin): 385 €
  • KEB72600X: 266-329 €
  • KEB72601X: 283-349 €
  • KEB72800X: 337-512€
  • KEB72801X: 355-576 €
  • HPC300H: 320-490 €
  • VEC300 (sin): 516-660 €
  • Sevcon Gen4 (sin): 749 euro

Diario elettrico Ecojumbo 5000: 3/10/2015, caccia alla centralina

Posted in scooter elettrici by jumpjack on 3 ottobre 2015

Sembra che trovare una centralina da 60V/5000W sia un’impresa impossibile! Titanica! Mastodontica!

Sembra che le vendano solo in Cina e in America!

Una gran rottura, considerando che tutte le volte che ho ordinato dalla Cina, il pacco è arrivato dopo almeno due mesi; a volte dopo così tanto tempo che ho chiesto un rimborso credendo che fosse andato perso! E poi le scartoffie della dogana, le tasse della dogana… Comprare fuori Europa è una gran seccatura! Se lo faccio… finirò per rimettere lo scooter a posto… giusto in tempo per quando farà  troppo freddo per andare in giro in scooter!

Comunque, intanto mi sto orientando su una centralina Kelly, visto che ne esiste una miriade di varietà, il che immagino significhi che se ne intendono!

Per l’ecojumbo serve una centralina con almeno 85A continui, la corrente minima necessaria per sostenere una velocità di 90 km/h. Ovviamente, maggiore è la corrente continua tollerata, meno si affaticherà la centralina, più durerà. E più costerà…

Provo a fare un po’ di ordine nella kellybaraonda…

KEB:
Due cifre dopo il 72= kW * 10

  • KEB72450X (85A/220A, 4.5kW/13kW) (senza regen) $239.00
  • KEB72451X (85A/220A, 4.5kW/13kW) (con regen) $259.00
  • KEB72600X (senza regen) (110A/280A 6.0kW/16.8kW)  $299.00
  • KEB72601X (110A/280A 6.0kW/16.8kW) $319.00
  • KEB72800X (senza regen) (140A/350A 8.4 kW/21kW) – $379.00 / €337.00
  • KEB72801X (con regen) (140A/350A 8.4 kW/21kW) – $399.00 / €355.00

KBS/KBS-L/KBS-E/KBS-X:
Qui le due cifre dopo il 72 non indicano la potenza ma la corrente di picco divisa per 10.

  • KBS72151E (80A/160A, 4.8 kW/9.6 kW) $199.00 (leggermente poco potente)
  • KBS72181E (110A/200A, 6.6 kW/12 kW) $219.00

L = tutti i cavi su un lato
X = versione “migliorata” (?) (manuale)
E = più potenti

KLS-D/KLS-S

Onda sinusoidale, più silenziosa.

Le due cifre dopo il 72 indicano la potenza del motore * 10 (50 = 5 kW).
Secondo loro su un motore da 5 kW ci vuole una centralina KLS7250D da 160A/9.6kW!

  • S finale = per motore con meno di 4 kW;
  • D finale = per motore con più di 4 kW

KBL
KBL72151X (88A/150A, 5.2kW/9kW) $339.00
KBL72221X (112A/220A, 6.7kW/13kW )$399.00

KLS-S: per motori da meno di 4 kW
Le due cifre dopo il 72 indicano la potenza del motore * 10 (40 = 4 kW)

KSL
Senza sensori di hall, non vanno bene

KIM
Per motori AC a induzione.

KHB (Alta potenza):
Troppo potenti (da 600A in su)

KDC:
Troppo potenti (da 8 kW in su)

KDS
Per motori brushed, non vanno bene (Motor Controller | EV Parts – Kelly Controls, LLC)

KDZ:
Per motori brushed, non vanno bene (Motor Controller | EV Parts – Kelly Controls, LLC).

Interessante e preoccupante ammonizione sul manuale:
All contactors or circuit breakers in the B+ line must have precharge resistors across their contacts. Lack of even one of these precharge resistors may severely damage the controller at switch-on.

Quindi quelle papabili sarebbero, in ordine di potenza:

  1. KBS72151E (80A/160A, 4.8kW/9.6 kW) $199.00
  2. KEB72451X (85A/220A, 5.0kW/13kW) $259.00
  3. KBL72151X (88A/150A, 5.2kW/9kW) $339.00
  4. KBS72181E (110A/200A, 6.6kW/7.2 kW) $219.00
  5. KEB72601X (110A/280A, 6.6kW/16.8kW) $319.00
  6. KBL72221X (112A/220A, 6.7kW/13kW )$399.00

La più adatta sembrerebbe la KBL72151X da 5.2 kW/88A, ma costa 339$, mentre la KBS72151E da 4.8 kW/80A ne costa 199: 140 dollari di differenza per 400W di differenza?!?

Sulle KSL ho trovato questo, cercando la differenza tra una sigla Kxx e l’altra:

THE CHARACTERISTICS OF KELLY KSL SENSORLESS BLDC CONTROLLER:
1. KSL is designed for fan,pump,compressor.It is not suitable for electric vehicles such as motorcycle,scooter or moped project.
2. KSL will drive the motor with a certain speed once power is on.You can not stop it unless power is off.
3. You can not change its direction unless the power is off also.
4. You may apply a higher throttle position for the controller before power is on.It will be easy for the controller to start the motor.
5. It only supports 1,7000eRPM so far.

Frequently Asked Questions – Kelly Controls, LLC

Quindi le KSL non vanno bene per uno scooter.

 Poi:

Customers can configure three kinds of control modes other than KD/KDS controller in GUI. KD/KDS controller can only work with torque mode.

  • speed control mode: The controller will output to the motor a voltage proportional to throttle
  • torque mode: The controller will output to the motor a current proportional to throttle
  • balanced mode: between them.

Suppongo che lo “speed control mode” sia l’unico applicabile su un mezzo elettrico. Il che escluderebbe tutti i modelli KDx.

  • “E” in models KDS/KBS  gets higher efficiency and higher continuous current. It generates 30% to 50% less heat comparing with standard model.
  • Kelly brushless controllers(KBL, KEB, KBS, HP,KHB series) […] can do electric reversing by themselves
  • I modelli “KLS” sono ad onda sinusoidale, programmabili anche da Android e più silenziosi degli altri, ma più costosi.
  • I KBL dovrebbero essere modelli “generici” (e che vuol dire???). Hanno tutti il regen.
  • I “KEB” dovrebbero essere per le “EBike”… che ovviamente in inglese possono essere sia Bike che MotorBike, cioè sia bici che scooter! Sono con o senza regen (1 o 0 finale).
  • I KBS dovrebbero essere forse “Small” (loro dicono “mini”). Hanno tutti il regen.
  • I KDS dovrebbero essere i controller “mini” ma per motori brusheD, a spazzole. Nessun KDS ha il regen.
  • I KSL sono SensorLess e abbiamo detto che non vanno bene.

Diario elettrico Ecojumbo 5000: 3/10/2015, primi 200 km con l’Ecojumbo 1500

Posted in Diario elettrico Ecojumbo 5000, scooter elettrici by jumpjack on 3 ottobre 2015

Prime due settimane e 200 km con l’Ecojumbo 1500 provvisorio…

Non riscontro particolari problemi; solo in partenza il motore fa rumori un po’ strani, come se facesse fatica, ma anche se accelera poco; ma basta iniziare a muoversi a 2 km/h e il rumore cessa, boh?

Mi si è staccato il connettore Anderson di uno dei diodi di protezione delle batterie; siccome erano le 7:30 di mattina non avevo tempo per mettermi a saldarlo, così ho eliminato del tutto il diodo, che per fortuna non era più collegato alla bell’e meglio ma dotato di due anderson (uno per la batteria e uno per lo scooter).

Però, nel farlo… ho dimenticato di attaccare l’ALTRA batteria… così ho fatto 20 km con una (povera) batteria sola! In effetti vedevo il voltmetro che, stranamente, scendeva di 1 mm, mentre invece con l’EJ1500 in genere non si schioda dal fondo scala, ma pensavo non si fosse caricata la batteria difettosa… Vabbè.

Poca cosa.

Intanto, sto continuando a cercare una nuova centalina, ma è dura…

Diario elettrico Ecojumbo 5000 – 20/9/2015: primo viaggio dell’Ecojumbo 1500

Posted in scooter elettrici by jumpjack on 21 settembre 2015

Dopo innumereveoli tentativi e combinazioni, anche più dei 36 previsti a causa di varie sviste ed omissioni, alla fine sono riuscito a trovare la combinazione giusta di sensori di hall e cavi di potenza; per l’esattezza, ne ho trovate tre (come previsto vedendo il foglio precompilato di un altro motore); in tutti e tre i casi non riesco ad avere corrente assorbita nulla con motore a vuoto, come invece dovrebbe essere, ma non riesco a scendere sotto gli 11A; che comunque sono molto meno dei 30-40 a vuoto in caso di collegamento a fasi sbagliate!

E comunque, la combinazione trovata è giusta: la centralina scalda comunque, ma non scotta nemmeno dopo una salita di un chilometro, e i cavi sono appena tiepidi, mentre con la combinazione precedente, errata, diventava tutto così bollente da non poter essere toccato dopo soli 500 metri in pianura!

Il collaudo è stato il viaggio fino al luogo del raduno, distante 13 km, percorsi senza problemi di surriscaldamento.

Ovviamente, con una centralina da 1500 W montata su uno scooter da 200 kg invece che 100, anche avere un motore da 5000W non serve a molto: la potenza massima sviluppata è comunque 1500W. E’ però interessante notare che la velocità che riesco a raggiungere è la stessa che raggiungevo con l’altro scooter, lo Zem Star 45: massimo 55 km/h, misurati dal “radar stradale”. Questo significa che l‘area frontale dei due scooter e l’attrito delle ruote, combinati insieme, sono ben poco diversi nei due casi; quello che influisce sulla velocità massima, infatti, è solo l’attrito (di aria e ruote).

Diverso il discorso per l’accelerazione e le salite: qui quello che conta è il rapporto potenza/peso... che adesso è drammatico: sullo Zem avevo 1500W per 100 kg, quindi 15W/kg, mentre ora ho solo 7,5W/kg (contro i 25 dell’Ecojumbo con centralina giusta); basti considerare che 10W/kg è la potenza delle vecchie minicar al piombo come la Birò o la Startlab Open Street, “note” per i tempi biblici necessari per raggiungere i 50 km/h (qualcosa come trenta secondi o giù di lì, contro i 6 di una moderna minicar elettrica al litio come Twizy o Icaro, che hanno 30 W/kg).

E infatti anche il mio “Ecojumbo 1500” ha tempi biblici per prendere velocità; non li ho ancora misurati, ma partire ad un incrocio adesso è diventato imbarazzante…. Forse dovrei attivare il limitatore di velocità della centralina, che però fornisce uno sprint molto pià alto in partenza: sulla “versione 2.0” dello Zem infatti avevo collegato il limitatore a un pulsante che faceva da “turbo“: lo innestavo quando dovevo fare partenze impegnative o salite gravose, poi lo troglievo per poter superare i 45 km/h. Mettendolo anche sull’Ecojumbo, però, non vorrei rischiare di fondere la centralina… che chissà che tipo di protezioni ha: corrente? temperatura? niente? vai a sapere!

Comunque ovviamente la centralina da 1500 W è una soluzione temporanea: mi serviva per capire se il motore funziona ancora o no. Quindi ora posso passare a comprare la centralina… e a progettare un sistema di raffreddamento! Infatti in questi giorni sto studiando la trasmissione del calore e la dissipazione, e mi pare di capire che attraverso le pareti di plastica di una scatola chiusa di 30x30x20 cm (lo spazio disponibile per la centralina; fore meno) si possono dissipare al massimo 40W;  supponendo che la centralina originale dell’Ecojumbo 5000 abbia un’efficienza del 95% (molto ottimisticamente), significa che dei 5000W che la attraversano, 250W si dissipano in calore! E se non riescono ad uscire dalla pancia dello scooter, che riesce al massimo a lasciar passare 40W (ma forse meno, perchè le plastiche sono doppie e triple…), significa che lentamente ma inesorabilmente la centralina si cuoce piano piano con gli anni….

Può darsi che d’inverno, quando la temperatura esterna è di 5°C, lo scambio termico sia sufficiente (96W), ma i 40°C di quest’estate non sono certo stati un toccasana per la centralina; quindi, la prossima o la monterò all’esterno, o la doterò di un sistema di ventilazione forzata; che peraltro potrebbe avere un duplice scopo: raffreddare la centralina durante il moto, e raffreddare i caricabatterie durante la sosta per la ricarica; due caricabatterie da 60V/4A e 60V/ 5A dissipano  27W complessivi se hanno efficienza del 95%, 54W se del 90% e 81W se dell’85%. Non ho idea di che efficienza abbiano realmente, ma toccandoli con mano so che scaldano parecchio, quasi da scottare, quindi sicuramente una ventilazione forzata è necessaria per tenerli nel sottosella chiuso.

Alla fine della storia, mi sa che doterò il mio Ecojumbo… di un tubo di scarico! 🙂 Ma un tubo di scarico molto particolare, che emette solo aria, la stessa che c’è fuori, solo un po’ più calda. Magari tutti gli scooter avessero un tubo di scarico così! 🙂

 

 

Diario elettrico Ecojumbo 5000 – 19/9/2015: collegamento motore-centralina

Posted in Diario elettrico Ecojumbo 5000, scooter elettrici by jumpjack on 19 settembre 2015

Sembra che dopotutto dovrò proprio provare tutte e 36 le combinazioni hall/potenza…


https://endless-sphere.com/forums/viewtopic.php?f=16&t=3484

File Excel da compilare:
http://www.endless-sphere.com/forums/download/file.php?id=69351

Esempio di file già compilato:
https://endless-sphere.com/forums/download/file.php?id=13172&sid=e15fe9a9601236528d3f9cebc0f13bce

Il discorso che facevo nell’altro post, infatti, alla fine dei conti serve solo a dimostrare che esistono solo 6 combinazioni possibili per i sensori di hall; cambiare il punto di inizio della sequenza, a quanto pare, non equivale a cambiare la posizione dei cavi di potenza.

Il problema nel giocare coi cavi di potenza è che è piuttosto complicato andare ogni volta a svitare e riavvitare i capicorda… però poi mi è venuta un’idea: invece di svitare i capicorda dal morsetto, posso semplicemente sfilare il  contatto dall’interno del connettore anderson, che è a molla, non a vite!

Sperando che nel frattempo, con le prove di oggi, non si sia rovinato il motore (della centralina chi se ne importa, è quella vecchia dello Zem), domani farò le ultime prove…. e chissà che non riesca davvero ad andare al raduno col mio Ecojumbo 1500! 😉

Riporto quindi ancora una volta l’immagine delle 36 combinazioni:

Foglio di log per test connessioni motore brushless a controller

Foglio di log per test connessioni motore brushless a controller

Invece l’immagine col diagramma di flusso che spiega quali connessioni fare credo sia sbagliata, perchè non parla, a differenza di questo foglio, di surriscaldamento in caso di collegamenti sbagliati, mentre per l’appunto a me si surriscalda la centralina.

Comunque eccola:

hall-diagram

Diario elettrico Ecojumbo 5000: 19/9/2015, Ecojumbo 1500…

Posted in scooter elettrici by jumpjack on 19 settembre 2015

Collegamenti completati. Qualche scambio di fili, e finalmente il motore gira per il verso giusto fluidamente. Quindi ora ho un Ecojumbo 1500…

Però…
ci sono diversi però:
La mia teoria delle fasi non ha funzionato: invece di invertire due fili, per invertire il verso di rotazione e avere un movimento fluido ho dovuto solo traslare gli hall di un posizione.
La combinazione per la retromarcia è:
bvg + BVG  (bvgbvgbvgbvg + BVGBVGBVGBVG)
Cioè, nessuna traslazione e nessuna inversione.

La combinazione per il moto in avanti è invece:
bvg + GBV  (bvgbvgbvgbvg + GBVGBVGBVGBV)

Sono cioè le stesse sequenze, con la sequenza di potenza a destra di una posizione.

Il secondo “però” è il surriscaldamento: durante la marcia, sia la centralina che i cavi di potenza si surriscaldano fino  a scottare dopo nemmeno un chilometro.
Sapevo che con alcune combinazioni di fili le centraline si surriscaldano, ma questa è l’unica combinazione che fa girare il motore in avanti.
Possibile allora che si sia guastato il motore e lui abbia fatto surriscaldare e fondere la vecchia centralina?
Oppure questa si surriscalda perchè è da 1500W collegata a un motore da 5000W? O forse dipende dal peso eccessivo dello scooter rispetto allo zem?
Troppe domande, troppe incognite….

Tagged with: , , , , ,