Jumping Jack Flash weblog

Star Wars Ep.VII – Il risveglio della Forza – Le spiegazioni dei punti Oscuri (decine di spoiler!)

Posted in varie by jumpjack on 23 dicembre 2015

R2D2 si riaccende
R2D2 ha la mappa di tutta la galassia ma non sa in quale punto è Luke; non manca nessun pezzo alla sua mappa.
BB8 ha la mappa del pezzo di galassia in cui si trova Luke, ma nessuno sa collocare quel pezzo nel contesto della mappa globale.
Solo unendo le due informazioni si può trovare Luke !

Mi spiego:
vi viene data la mappa di una città e vi viene detto che in Via Pinco Pallino 137 c’è un vostro amico. Ma non vi viene detto il nome della città.
un altro vostro amico ha una mappa dettagliata di tutte le città d’Italia, ma non sa quale sia la vostra.
L’unico modo per collocare Via Pinco Pallino 137 in un punto preciso dell’Italia è sovrapporre le mappe, e “magicamente” comparirà nella mappa d’Italia il punto in cui si trova l’amico scomparso!

Seconda cosa:
i due droidi non è che comunicano a gesti o cinguettii come fanno con gli umani! Non potete sapere cosa BB8 ha detto a C1P8! Probabilmente gli ha detto “guarda, a questo punto abbiamo proprio bisogno di trovare il tuo padrone”.
E’ per questo C1P8 che si riaccende. Mica per caso!
BB8 gli dice: guarda, io ho questo pezzo di mappa, mi fai vedere dove è posizionata nella TUA mappa?
Ma non è che glielo dice cinguettando! C1P8 e BB8 cinguettano solo per parlare con gli umani! Sono droidi… tra loro comunicano via radio, no?
__________________

La morte di Han Solo
Per quanto riguarda “se non vedo il cadavere vuol dire che non è morto”, la cosa sembra riallacciarsi alla misteriosa ricomparsa della spada laser di Luke, in teoria precipitata nella “torre di scarico” (??? boh, come si chiama???) durante il combattimento con Fener: anche Han precipita in uno di questi “pozzi senza fondo”.
E anche l’imperatore….
Forse questi “pozzi senza fondo” non sono così mortali come crediamo! (A meno che chi ci cade dentro non sia stato preventivamente smezzato in due… ).

Se non ricordo male, Luke stesso precipita in un pozzo senza fondo… Dov’era? A Cloud City? Però “all’uscita” si appende “magicamente” (jedaicamente…) a un appiglio e viene salvato dal Falcon…
Mi chiedo però da chi sia stato salvato Han. Non dimentichiamo che ci sono tre forza-fantasmi in giro per la galassia, e che, come ci disse all’epoca ObiWan, un Jedi abbattuto quando VUOLE essere abbattuto, diventa potentissimo! Tre super-jedi possono salvare Han dalla morte mentre precipita? Indubbiamente sì. Quindi lo vedremo ricomparire magicamente adagiato sul suolo del pianeta sottostante.

__________________
Scarsa credibilità di Kylo
Non sarà lui il grande cattivo della nuova trilogia, ma l’antagonista militare con cui litiga davanti a Snoke.

__________________

L’abilita di Rey con la forza
E’ figlia/figliastra di Han Solo, quindi nipote di Dart Fener, quindi “la forza scorre potente in lei”.

__________________

Rey tenta di ipnotizzare con la Forza un soldato
Ha letto in antichi testi le leggende su Forza, Jedi e su “questi non sono i droidi che state cercando”.

__________________

Finn / FN2187
“2187” è il numero “alle origini della Forza” per Lucas! Nonché il cortometraggio anni ’60 in cui Lucas ha sentito parlare per la prima volta della Forza, e la data in cui è ambientato il suo primo film, THX1138.

__________________

La spada laser di Ben Solo
E’ fatta male perché Ben non è né un Jedi né un Sith, ma un autotidatta della Forza, di cui ha letto in giro come Rey.

__________________

Il “mostro di fine quadro” supercattivo, Snoke
E’ solo un ologramma di un piccolo alieno, o probabilmente persino un’immagine di sintesi, quindi di fatto Snoke non esiste proprio, è creato da…?

Star wars episodio VII – 16/12/2015

Posted in Uncategorized by jumpjack on 17 dicembre 2015

epVII-mini

 

cast-mini

image

 

image

 

 

Posted in Uncategorized by jumpjack on 17 dicembre 2015

image

Riparte la storia…

image

e riparte il merchandising!

image

Appunti drone

Posted in hardware by jumpjack on 13 dicembre 2015

Microdrone MJX X901 a sei eliche.  Acquistato su gearbest in offerta a 16 euro.

esacotterino-MJX901

 

 

——————–

Pignoni di ricambio drone Tarantula X6 (in plastica):

pignoni-drone

Su Micromotors, 1$ per un sacchetto di 10.

Per sostituire il pignone bisogna surriscaldare il vecchio pignone con un accendino per parecchi secondi, e poi strapparlo via con le pinze (non viene via facilmente). A perno ancora caldo inserire il nuovo pignone. Per eventualmente togliere il pignone di plastica… penso che con l’accendino succederà un casino….

 

 

 

 

 

Tagged with: , , ,

Effetti delle scariche intense/veloci sulle batterie al litio

Posted in Uncategorized by jumpjack on 9 dicembre 2015

I datasheet delle batterie al litio in genere riportano il numero di cicli di ricarica possibili al variare della profondità di scarica (DoD), che può variare tra 500 e 2000 cicli rispettivamente per DoD del 100% o 30%.

Quasi nessun datasheet riporta però come varia il numero di cicli al variare dell’intensità di corrente prelevata (discharge rate), che invece ha un impatto notevole secondo questa ricerca:  Capacity fade study of lithium-ion batteries at high discharge rates – Gang Ning, Bala Haran, Branko N Popov.

Le auto elettriche utilizzano batterie da 300 Volt  e almeno 16 kWh/50Ah per alimentare motori da 50kW/167A di picco, ma è anche vero che per far muovere un’auto a 130 km/h costanti bastano 15 kW/50A, quindi si parla di scariche continue di 1C.

Diverso il discorso per gli scooter elettrici, che devono necessariamente basarsi su batterie piccole, per problemi di spazio e di peso: abitualmente si usano batterie tra i 20Ah e i 40 Ah, arrivando in rari casi a 60Ah; le tensioni usate sono in genere 48V o 60V, e più raramente 72V, arrivando a 130V nell’unico caso del Vectrix Vx-1.

Tensioni tipiche e potenze/correnti continue:

  • 48V:
    • ciclomotori (max 4kW/83A)
  • 60V:
    • ciclomotori (max 4kW/67A)
    • motocicli (max 6kW/100A)
  • 72V:
    • motocicli (max 6kW/83A)
    • quadricicli (max 6kW/83A)

Considerando il caso migliore per quanto riguarda la capacità, cioè 60Ah, risulta per le varie tensioni:

  • 48V/60Ah:
    • 83A=1,24C
  • 60V/60Ah:
    • 67A=1,12C
    • 100A=1,67C
  • 72V:
    • 83A=1,38C

Veniamo invece al mio caso particolare: un Ecoumbo 5000 con motore da 5kW e due batterie in parallelo da 18Ah, per un totale di 36Ah. Per andare a 90 km/h sono necessari tutti i 5 kW, cioè 83A continui, che equivalgono a 2,31C; una scarica molto intensa, che lascia supporre che difficilmente le batterie dureranno i 1000 cicli (*) che speravo, ma forse 500. Considerando che una carica completa mi garantisce 40 km sicuri e 50 andando piano, posso contare non su 40.000 ma 20.000 km di “vita” delle batterie. 20.000 km di benzina a 1,30 euro/litro e 15 km/litro fanno 1730 euro… che è più o meno il costo delle due batterie, quindi “andrei a pari”.

Se però aggiungessi oggi la terza batteria da 18Ah che in realtà avevo programmato per l’anno prossimo, arriverei a 54Ah, 2400 euro spesi, 1,54C di scarica e 70 km di autonomia; ovviamente il tutto non durerebbe più 500 cicli ma qualcosa di più, sia perchè la terza batteria sarebbe nuova, sia perchè diminuerei la corrente di scarica; ipotizziamo  700 cicli totali (conteggiati però dall’acquisto delle prime due batterie): avrei 700×70 =49000 km di vita, cioè 4200 euro di benzina. Cioè, a fronte di una ulteriore spesa di 800 euro risparmierei 1800 euro in più!

Estrapolazione delle curve di capacità di una batteria scaricata a vari rate:

grafico-scarica-veloce-batterie-itio

(*)Un pao d’anni fa il venditore delle batterie mi ha fornito un file Word che dovrebbe essere il datasheet delle batterie; scritto in cin-inglese e senza niente che lo faccia sembrare un documento ufficiale, dice che queste batterie hanno 1000 cicli con scariche di 1C.

 

Batterie NiMH: degradazione nel tempo

Posted in Uncategorized by jumpjack on 8 dicembre 2015

Batterie al piombo: cicli di vita e intensità di scarica

Posted in batterie, scooter elettrici by jumpjack on 8 dicembre 2015


Degradazione dei cicli di vita di una batteria al piombo al variare dell’intensità di scarica

http://www.engineersedge.com/battery/discharge_rate_temperature_effects_battery.htm