Jumping Jack Flash weblog

Costruzione spina Mennekes fatta in casa – puntata 5

Posted in 3d, auto elettriche, elettricita, scooter elettrici by jumpjack on 31 maggio 2014

Una volta trovate le misure, realizzare un modello 3d è solo questione di tempo e pazienza; come primo prototipo ho scelto una versione leggerissima di spina, avente lo scopo principale di studiare ingombri e resistenza strutturale.

Ecco il primo risultato, del costo di circa 10 euro:

IMG_20140531_125519

La spina è ridotta letteralmente all’osso; i sette grossi buchi in realtà probabilmente non servono, in quanto di fatto servono solo a permettere ai pin di… attraversare i 5 cm di plastica di protezione per le dita! Essendo infatti i pin molto massicci (5 pin da 6 mm più 2 da 3mm), dovrebbero essere sufficienti loro a mantenere la spina in posizione.

Adesso però viene la parte difficile: dove trovare questi pin? Li ho cercati online in lungo e in largo, ma alla fine li ho trovati in un negozio fisico:

IMG_20140531_122628

Questa è una normale spina industriale, totalmente incompatibile con lo standard Mennekes; ne esistono tanti tipi, ma io ho scelto questa per questo motivo:

IMG_20140531_123045

La spina contiene 3 pin da 6 mm! (e uno da 10 mm, che non ci serve).

IMG_20140531_123544

I pin sono lunghi ben 50 mm, più che sufficienti per realizzare anche il più lungo della spina Mennekes, che è la massa e devesporgere di 22 mm dalla base della spina, come visibile nella figura in questa pagina, riportata anche qui in basso.

Incidentalmente, questa spina ci svela anche il costo REALE di una spina Mennekes: questa spina costa 6 (sei) euro!!!

Ecco i dettagli per comprarla:

IMG_20140531_122751

E’ l’articolo 70124 della FME:

http://www.fanton.com/index.php?lang=en&area=fme&categoria=F1-008&sottocategoria=F2-005&prodotto=70124

Il primo sito che Google tira fuori per comprarla è questo:

http://www.ferramentadonna.com/catalogo/materiale-elettrico/spine-e-prese-industriali/fme-70124-spina-industriale.html

5,08 euro iva inclusa!🙂

Ma non è tutto: non sono soltanto i pin ad essere utilizzabili di questa spina… probabilmente lo è il 90% della spina! Cioè, probabilmente i può usare sia l’involucro posteriore che l’attacco anteriore per adattarlo in quattro e quattr’otto (o quasi) a una colonnina Mennekes.

Vediamo come (almeno in teoria, poi sperimenterò):

IMG_20140531_123112

Quello qui sopra è l’interno della spina; è fissato a incastro nell’involucro esterno, ed è facilmente rimovibile (dopo aver aperto la spina usando un piccolo cacciavite) facendo leva verso l’interno sulle linguette indicate (quattro tutte intorno):

IMG_20140531_123112-annot

In realtà, quando si apre la prima volta la spina non ci si trova davanti l’insieme ritratto qui sopra, ma la “punta” della spina, con dentro inserito questo blocco, solo che per fare la foto avrei dovuto rimontare tutto…. ma non ha importanza, si dovrebbe capire facilmente, quando si ha la spina fisicamente in mano.

Una volta allentate le linguette, la parte destra del blocco raffigurato sopra, cioè il supporto dei pin, si sfilerà dalla testa della spina:

IMG_20140531_123141

Il blocco di sinistra rimarrà infatti incastrato nella testa della spina, grazie alle innumerevoli linguette di bloccaggio:

IMG_20140531_123225

Sono la parte più rognosa, rendono molto difficoltosa l’estrazione del disco reggi-pin, ma bisogna considerare che quel disco è una parte della spina che non ci servirà, perchè ha i buchi disposti in un modo che non ci interessa, quindi possiamo anche danneggiarlo, o distruggerlo, durante l’estrazione, non ci importa. A me è bastato spaccare un po’ il bordino sporgente in plastica, per poi riuscire a strappare via l’anello con un po’ di forza:

anello-annot

 

Abbiamo detto che questo anello non ci servirà, però mi serve ora per studiare come crearne/stamparne uno mio in grado di tenere i 7 pin nella disposizione che dico io. Da notare che poichè sto cercando di costruire una spina per ricarica MONOfase a 230V, non mi servono tutti e 7 i pin della Mennekes, ma solo 5: tre di potenza e i due di controllo. Ma anche se dovessero servirmi tutti e 5 i pin di potenza… si tratterebbe di spendere solo 6 euro in più!

Comunque, esaminiamo il sistema di fissaggio dei pin:

anello-misure

Possiamo osservare come i pin siano inseriti in una sorta di cilindri a doppio diametro, di cui questo sarebbe uno spaccato:

bloccaggio pin

 

A impedire che il pin scorra nel foro c’è una linguetta sul pin e il blocco interno alla spina, una cosa tipo così:

blocco

Questo è il blocco interno reale:

IMG_20140531_123332

Riprodurlo  a mano per stamparlo in 3d sarebbe un incubo… ma è anche inutile: è fatto così per permettere di mettere e togliere i fili, ma se i fili li saldiamo ai pin, basta un semplice blocco piatto tipo quello stilizzato sopra, quanto basta per non far scorrere i pin, ma ovviamente forato per farci passare i fili.

Per quanto riguarda i pin PP e CP da 3 mm, la cosa è molto più semplice perchè è bastato comprare un tondino in ottone da 3 mm per saldatura a fiamma ossidrica.

 

Riporto qui per comodità le misure della spina Mennekes già riportata in altro post, in modo da avere una singola pagina come riferimento:

Mennekes VDE plug pins dimensions (diameter and lentgth) as per 62196-2 standard

Mennekes VDE plug pins dimensions (diameter and lentgth) as per 62196-2 standard

 

Prossime tappe:

  • realizzazione del modello 3d dell’ anello reggi-pin
  • realizzazione disco posteriore blocca-pin
  • stampa in 3d dei modelli
  • assemblaggio dell’anello nella spina
  • preparazione pin CP e PP
  •  assemblaggio del disco posteriore
  • cablaggio fili
  • test su colonnina

Probabilmente quando avrò finito sarà di nuovo disponibile per ordini una spina Mennekes già pronta a 50 euro su ev-power.eu!🙂

Però la mia costerebbe, secondo i miei calcoli, 20 o 30 euro al massimo (cavi esclusi).

 

Puntate precedenti:

1) https://jumpjack.wordpress.com/2014/04/19/schema-elettrico-circuiteria-di-controllo-spina-mennekes-vde-tipo-2-per-ricarica-auto-elettriche/ – – Inizia lo studio dell’elettronica di gestione.

2) https://jumpjack.wordpress.com/2014/04/25/colonnine-di-ricarica-enel-dettagli-presa-e-spina/ – Fotografie di spina reale

3) https://jumpjack.wordpress.com/2014/05/01/studi-per-stampa-3d-spina-mennekes-per-colonnina-di-ricarica/ –  Inizio studio di fattibilità stampa 3d.

4) https://jumpjack.wordpress.com/2014/05/03/misure-piedinatura-spina-mennekes-tipo-2-cavo-lato-colonnina/ – Trovate le misure precise e complete di spina e piedini.

Una Risposta

Subscribe to comments with RSS.

  1. selidori said, on 31 maggio 2014 at 20:19

    Molto molto molto interessante!
    Seguo con grande interesse il tuo progresso e ti ammiro per le capacità ed abilità!

    E grazie per la condivisione di esperienza!


Puoi inserire un commento qui sotto; diventerà visibile dopo la moderazione dell'amministratore

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: