Jumping Jack Flash weblog

Scooter elettrici 2014: c’è chi ci crede e chi no….

Posted in ambiente, auto elettriche, scooter elettrici, Uncategorized by jumpjack on 8 marzo 2014

Al Motodays di Roma di quest’anno è successo qualcosa di strano: tra gli espositori non c’erano Bertini, Emax, Zanini, Etropolis, ormai divenute presenze “classiche” nei saloni di scooter elettrici; la Peugeot era presente sempre col solito, ormai “vecchio”, E-vivacity, e nessuna novità; Yamaha ha eliminato il suo minuscolo EC-03 elettrico (meglio, era una presa in giro), la Sym manco c’era (o almeno, io non l’ho vista), col suo unico scooter elettrico; grande assente anche la Brammo, che producce (o produceva???) potenti moto elettriche da corsa. L Piaggio si guarda bene dal mettere in vendita il Liberty elettrico che ha presentato anni fa.

Unica novità: nello stand di 60 m^2 della BMW era esposto lo scooterone elettrico C-Evolution da 15 kW continui e 35 di picco, un bestione da 15.000 euro che dovrebbe uscire sul mercato entro maggio; peccato che non ci fosse nessun cartello a indicare che era elettrico, solo un paio di righine in carattere 12 su un foglio.

IMG_20140308_123438

BMW C-Evolution da 15kW

IMG_20140308_123457

Insomma, BMW a parte, sembra quasi che gli scooter elettrici stiano uscendo dal mercato!

 

Eppure invece no: la DeltaSolar di Roma ci crede parecchio, e ha messo su un’area espositiva persino più grande di quelle di Peugeot, di BMW e di altri megamarchi!

IMG_20140308_120651

Lo stand DeltaSolar con le minicar Tazzeri/NWG zero e GreenGo Icaro

IMG_20140308_120637

Lo stand DeltaSolar per gli scooter. Notare in basso a sinistra le valigette-batteria.

Tra minicar e scooter c’erano esposti una ventina di mezzi, tra cui anche alcuni nuovi: dalla siciliana CRB/Cerberus, infatti, arriva il nuovo  Sicily da 3 kW e 56Ah di batterie (quindi 70 km reali di autonomia SICURI senza rovinare le batterie, contro i 120 teorici dichiarati), che non è disponibile solo come cinquantino, ma anche come motociclo da 5 kW che arriva a 90 km/h (in questo caso però con batteri da “solo” 50 Ah, cioè 60 km reali); entrambi hanno due batterie al litio estraibili e centralina programmabile per regolare  a piacere le prestazioni.

CRB/Cerberus Sicily

Oltre al Sicily la Cerberus presenta anche la moto elettrica Eagle1 da 5 kW e 110 km/h, anche questa con batterie estraibili (2x25Ah, 72V), al prezzo di 7600 euro.

Cerberus Eagle 1

La batteria da 72V/50Ah è da 3600 Wh, che col caricabatterie di potenza dichiarata 2640W dovrebbe ricaricarsi in meno di due ore, eppure il tempo di ricarica dichiarato è di 6-8 ore.

L’autonomia dichiarata è di 90 km a 60 km/h, ma sembra un po’ ottimistica visto che uno scooterone, o una moto, consuma in media 60Wh/km, per cui con 3600Wh farebbe 60 km, ma si tratta comunque di un valore al di sopra della “soglia psicologica” dei 50 km, e le batterie LiFePO4 dovrebbero garantire questa percorrenza per 1000-1500 cicli, quindi per un totale di 50.000-75.000 km.

Come accennato, la DeltaSolar non epsoneva solo scooter e moto ma anche minicar: l’ormai “vetusta” Tazzari/NWG Zero” e la nuova GreenGo Icar0, entrambe con batterie al litio, ma la prima venduta a 26000 euro e la seconda a 13000 (o 10.000 più batterie in leasing).

Unico altro espositore presente con scooter elettrici era KRC (Roma, Via di Bravetta, zona Pisana, Roma Ovest), che propone 3 modelli: due da 6 kW e uno da 9 kW:

KRC Fox  – (6 kW: 7000,00 euro, 4 kW: 3600,00 euro):

  • Potenza non dichiarata (?) sul volantino.
  • Due versioni: 100 km/h e 80 km/h, autonomia di 150 e 80 km…. ma dichiarata a 30 km/h! (almeno lo ammettono…) Il primo ha batteria da 72V/50Ah, il secondo 72V/38Ah.

In ogni caso, 72*50=3600 Wh, che come accennato prima significa 60 km di autonomia per uno scooterone, mentre con 38 Ah si fanno 50 km. Entrambi hanno freno a disco sia avanti che dietro.

KRC Faster  – (6 kW: 7000,00 euro, 4 kW: 3600,00 euro):

  • stesse caratteristiche del Fox

KRC Easy – 9 kW (8000,00 euro):

  • Superbatteria da 96V (!!!) e 50Ah, cioè 4800 Wh, autonomia dichiarata di 150 km a 40 km/h, ma realisticamente si può ipotizzare siano 80 coi consumi di 60 Wh/km spiegati prima; ma 80 km per uno scooter elettrico sono comunque molti… specie se sono veri, e garantiti da batterie LiFePO4 che, durando 1000-1500 cicli, diventerebbero 80.000-120.000 complessivi!

Una batteria a tensione così alta garantisce il prelievo di correnti relativamente basse dalla batteria, che quindi dura di più nel tempo: è vero che con 9000 W servono 100A, ma visto che per muoversi a velocità costante di 60 km/h in pianura bastano  2000 W, significa appena 20 A estratti dalla batteria, quindi meno di 0.5C, per cui usando lo scooter per percorrere al massimo 50-60 km alla volta, le batterie potrebbero durare anche 2000 cicli o più!

Non da poco il fatto che la KRC venda i suoi scooter tramite un’officina di moto e scooter che vende anche ricambi e accessori per scooter termici, il che rende le probabilità di assistenza in caso di guasto molto più alte che non acquistando uno scooter elettrico da chi vende solo scooter elettrici senza nessuna esperienza nel settore.

Da menzionare infine la nuova minicar elettrica in vendita a Pomezia (RM), la Meridiana MK1, che assomiglia a una “panda miniaturizzata”, ed è venduta dalla PME:

l’autonomia dichiarata è di 100 km sul volantino e 160 km sul sito, ma la potenza è di 4 kW per la versione leggera per s-patentati e 6 kW per la versione pesante per 16enni, che sono un po’ pochini considerando che è una vettura al piombo che, con le batterie, pesa 500 kg: significa un rapporto potenza/peso di 12 W/kg, che significa una ripresa piuttosto scarsa, probabilmente 0-50 km/h in 12  secondi (15-20 per la 4 kW), contro i 6-7 di Renault Twizy e GreenGo Icaro, che hanno potenza di picco di 13 kW (ma potenza continua di 6 kW). Però devo provarla per essere sicuro, e naturalmente dare una sbirciatina alla centralina e alla sua riprogrammabilità.

Sembra una cosa da poco, ma è l’unica minicar con le barre porta-tutto, ossia l’unica che possa portare anche carichi ingombranti (ma possibilmente non pesanti), e chissà che non gli si possa adattare un portapacchi esistente per altre auto.

I posti visibili sono 4, ma in Italia le minicar possono portare per legge solo una persona oltre al guidatore.

La velocità massima è di 65 km/h, la batteria al piombo è da 11.000  Wh (72V/150Ah), che con un consumo tipico di 80 Wh/km danno un’autonomia reale di 135 km, quindi diciamo 100 km senza rovinare le batterie: non è male, ma bisogna  vedere le prestazioni. La durata ipotizzabile minima delle batterie al piombo è di 200 cicli, che potrebbero diventare 500 facendo solo 50 km alla volta o addirittura 1000 facendone solo 30; nei 3 casi si tratterebbe do 20.000, 50.000 e 100.000 km di vita complessiva (=cicli x autonomia totale), dopodichè è ipotizzabile un prezzo di sostituzione di 1500-2000 euro se si rimettono al piombo, ma di 5000 euro se si volesse passare al litio.

Le dimensioni sono 3090  x 1420 x 1080 mm. Il peso massimo trasportabile dichiarato è di 820 kg… ovviamente impossibile visto che l’auto ne pesa 400… Il bagagliaio è da 100 litri, 300 ribaltando i sedili.

Non so il prezzo, ma è auspicabile, anche se non probabile,  che avendo batterie al piombo costi meno di 10.000 euro.

 

Puoi inserire un commento qui sotto; diventerà visibile dopo la moderazione dell'amministratore

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: