Jumping Jack Flash weblog

Diario elettrico – Costruzione nuova batteria – 13 febbraio 2014

Posted in ambiente, auto elettriche, batterie, scooter elettrici by jumpjack on 14 febbraio 2014

Usare la cella di riserva sul BMS malfunzionante non è stata una buona idea: è andata a 0,15V anche quella.😦

Ho provato a resuscitarla tramite “war charge”, cioè mettendola brutalmente in parallelo con celle cariche, e persino con una batteria da 12V carica per pochi secondi, ma è tutto inutile… e poi ho scoperto perchè: è scattato l’interruttore irreversibile di protezione, disattivando le celle. Sono da buttare. E’ anche uscito fuori dell’elettrolita… un vero disastro, nonchè uno schifo appiccicoso. Però non è roba infiammabile: la carta assorbente con cui l’ho pulito non voleva saperne di prendere fuoco, non più di quanto prende fuoco normalmente la carta assorbente con un accendino.

Mi toccherà ordinare un paio di celle di ricambio e rassegnarmi a usare l’altro BMS, montandolo all’esterno, e probabilmente rinunciando al fatto che la vecchia batteria ricarica la nuova, visto che questo BMS non è bidirezionale.

Stavolta compro su LipoPower così compro anche i separatori tripli (se solo avessero anche i cellLog8s…). Spediscono con DHL, così non devo nemmeno andarmi a prendere il pacco a Fiano Romano se il corriere non mi trova…

…però se qualcuno su Twago non si decide ad assegnarmi un progetto, mi finiscono i finanziamenti per la ricerca!😦

6 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. GianniTurbo said, on 15 febbraio 2014 at 10:22

    Io le mie lifepo arrivate a zero le ho resuscitate mettendole in carica come fossero piombo, 12 V appena sono salite a voltaggi umani, un paio di volt, ho switchato a carica lifepo.

    • jumpjack said, on 15 febbraio 2014 at 13:20

      se stanno a zero volt, il cb non le vede! E comunque l’interruttore di sicurezza penso proprio che sia irreversibile.

  2. Montanari Giorgio said, on 18 febbraio 2014 at 16:25

    le lipo e le li-on quanto vanno molto sotto le rivitalizzo con una carica a 0,4 v , poi una a 0,7 v con il carica batteria elettronico. Faccio la stessa cosa anche con la ni-zn. ormai ho il programma sul caricabatteria e la cosa è facile. Con war charge a 12v alcune le ho salvate ma molte sono morte definitamente.

    • jumpjack said, on 18 febbraio 2014 at 19:29

      Ma come fate a metterle in carica? Il mio CB per litio/piombo/nichel non le vede proprio, a tensioni così basse.

      • GianniTurbo said, on 18 febbraio 2014 at 20:07

        hai provato a impostare ni-cd o piombo? io l’ho resusscitao con imax b6.
        Caricato quel tanto che sorpassase la soglia dei 2 volt, poi programma life. credo di aver impostato almeno 3-4 A.

      • Montanari Giorgio said, on 19 febbraio 2014 at 11:18

        si, con il imax b6, c’è la possibilità di programmare la carica della batteria nella opzione “save”. Infatti programmo vari step progressivi (partendo da 0,4 v) di carica sotto l’opzione ni-mh (l’unica che accetta tensioni così basse), fino a riuscire a portare in tensione la batteria. L’ho fatto con la batterie da casa ma penso si possa fare anche con le batterie più grosse.


Puoi inserire un commento qui sotto; diventerà visibile dopo la moderazione dell'amministratore

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: