Jumping Jack Flash weblog

Puegeot Scoot’elec e Piaggio Zip: gli scooter elettrici storici

Posted in ambiente, scooter elettrici by jumpjack on 1 dicembre 2013

15 anni fa circolavano in Italia essenzialmente 4 modelli di scooter elettrici: Italvel Day, Atala Lepton, Peugeot Scoot’elec e Piaggio Zip, più forse qualche Malaguti Ciak.

Solo uno è sopravvissuto fino ai giorni nostri, il Lepton, la cui ditta produttrice Atala/Oxygen è però infine fallita nel 2012.

Prima di lei, già aveva ceduto la Italvel, anche se sulle ceneri del Day sono poi nati l’Emax, il Vectrix Vx-2 e i Govecs.

Peugeot e Piaggio esistono ancora, ma non gli Scoot’elec e lo Zip: la Piaggio ha proprio rinunciato a produrre scooter solo-elettrici, mentre lo Scoot’elec della Peugeot, con antiche batterie al Nichel Cadmio, si è evoluto nell’E-Vivacity con batterie al litio.

 

Ecco le testimonianze di alcuni possessori di questi vecchi mezzi.

 

9 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Manetto Manetti said, on 1 dicembre 2013 at 18:01

    Io posso solo parlare del Peugeot Scoot’ Elec non ne ho posseduti altri e voglio essere sintetico elencando il
    mio giudizio di seguito.

    POSITIVO,

    Componenti elettro meccanici di buona qualità strumentazione efficiente
    autonomia e tempi di ricarica conformi al dichiarato
    potenza di marcia oltre le aspettative supera pendenze de 18 % 8 BADIA ROCCETTINI chi la conosce
    la ciclistica benchè criticabile è robusta tubles compresi
    la derivazione dallo ZENIT era di vantaggio per la linea ma anche svantaggio per il peso
    batterie di lunga durata per numero ( oltre 2000 65000 km ) e tempi di ricarica ( 1 h 80% )
    ricambi garantiti oltre 10 anni ( mai acquistati solo acqua per le batterie )

    NEGATIVO,

    Sofisticazione impianto elettrico che se più semplice darebbe meno fermo macchina
    interruttori inutili sul cruscotto confondono le idee ( eslusione contatto quando la chiave di avvio fà uguale )
    batterie proibitive nel prezzo
    sospensioni in particolare anteriore imprevedibile ( pericolosa nello sconnesso )
    togliendo la chiave di avvio e aprendo interruttore quadro rimane il circuito in leggera tensione quindi aumenta
    l’autoscarica
    accessibilità ai vari componenti laboriosa.

    • jumpjack said, on 1 dicembre 2013 at 18:11

      Grazie per la tua testimonianza.
      L’interruttore di spegnimento è vero che sembra “duplicare” la funzione della chiave, ma in realtà è molto utile come interruttore di emergenza, visto che su uno scooter elettrico basta una distrazione per farlo partire come un razzo!
      Sul mio c’è un interruttore a portata del pollice destro, lo spengo SEMPRE ogni volta che parcheggio o faccio una sosta tecnica per vestirmi, dopo che una volta mi sono distratto e ho girato LEGGERMENTE l’acceleratore e mi è schizzato via lo scooter!
      Quando lo spengo, però, il quadro resta acceso.
      Invece per ovviare all’autoscarica, sul mio scooter ci sono due interruttori che scollegano completamente le batterie (ma anche l’antifurto…), ma solo perchè ha le batterie estraibili.

      Hai qualche scheda sulle batterie?
      Quanto costavano?
      Le vendono ancora?
      Com’è la faccenda che si potevano fare ricariche parziali anche se erano al NiCd?

  2. Manetto Manetti said, on 2 dicembre 2013 at 22:49

    credo di averti inviato un link ( in francese ma cè tutto anche delle batt ed impianto elettr) costavano più di 800 cadauna
    si le vendono ancora , è grazie al particolare caricabatterie , difatti si trova della batterie sempre 6v 100 ah americane che costerebbero meno ma non sono compatibili col suddetto caricatore in quanto alla pericolosita
    in manovra cè un tasto rapido che ti fa muovere a 5 kmh

    • Manetto Manetti said, on 2 dicembre 2013 at 23:05

      Dossier technique de l’UCE du scooter électrique de Peugeot.html

      qui ci trovi tutto vai ci sono gli schemi elettri di tutto + le batt

      • jumpjack said, on 3 dicembre 2013 at 8:27

        Non è proprio un link funzionante, ma ora vedo cosa posso fare, grazie…

      • jumpjack said, on 3 dicembre 2013 at 8:30

        Ok, ecco il vero link (davvero una quantità impressionante di informazioni!)
        http://www.ile-reunion.org/louispayen/scooter/scootelec.htm

        • Manetto Manetti said, on 3 dicembre 2013 at 22:53

          mi sembra pari pari al ” Dossier technique de l’UCE du scooter électrique de Peugeot.html “

        • Manetto Manetti said, on 3 dicembre 2013 at 23:05

          mi sembra pari pari al ” Dossier technique de l’UCE du scooter électrique de Peugeot.html

          abbiamo proprio letture differenti voi giovani correte troppo perdete pezzi ( di storia )

        • Manetto Manetti said, on 3 dicembre 2013 at 23:23

          visto che riesci a trovare ” i veri link ) se seguiti a cercare e ti interessa troverai che in canada ed in usa ma anche svizzera hanno fatto modifiche alle batterie con le litio ad ogni modo le Saft cè chi le ha scoppiate
          io le ho resuscitate , il gruppo di 3 che tengo di ricambio sono in cantina da oltre un anno senza mai ricaricarle mi danno sempre 6,5 volt ciascuna . Dicono che le TROYAN da trazione pesante sono una bomba e costano meno ma sono al piombo ermetiche hanno un sistema di carica diverso sempre per
          6 v a 100 ah muovono le montagne.


Puoi inserire un commento qui sotto; diventerà visibile dopo la moderazione dell'amministratore

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: