Jumping Jack Flash weblog

Diario elettrico Zem Star 45: progetto superbatteria “boost”, un po’ di calcoli.

Posted in scooter elettrici by jumpjack on 2 maggio 2013

Le batterie continuano a lamentarsi e a surriscaldarsi, spero che arrivino presto le supercelle A123, e che servano a “far riposare” le batterie principali!

Ho fatto un po’ di calcoli:

  • Li-Ion: 3,0V- 4,2V, ricarica minimo a 4,0 volt
  • LiFePO4: 2,0V – 3,6V, ricarica minimo a 3,6 volt

Dovrebbe significare che la tensione sulle supercelle oscillerà  tra un minimo di 3,0V, sotto i quali la centralina di bordo probabilmente fa il cut-off, e i 3,6 volt, oltre i quali sarà il BMS delle LiFePO4 a fare il cut-off: dovrebbe significare un deltaV di 0,6 rispetto agli 1,6 complessivi di un utilizzo “completo” di una LiFePO4; visto che l’intero pacco da 20 celle conterrebbe circa 150Wh, cioè 3 chilometri minimo di autonomia, essendo 0,6/1,6=37,5% avrei circa 1 km di autonomia, che per i miei scopi (sostenere le accelerazioni e garantirmi un bello spunto su un salitone lungo 100 metri con pendenza del 20%) dovrebbero essere sufficienti.

Voglio provare a fare il calcolo di quanto fanno in tempo a ricaricarsi le batterie tra un’accelerazione e l’altra:

  • Attualmente le batterie risultano inutilizzabili, benchè ancora cariche, quando arrivano a 60 V (=3,75 volt/ cella); devo quindi considerare questa come tensione minima possibile anche per la batteria “boost”
  • La tensione massima delle batterie principali cariche è di 67V appena staccate dal CB, ma poi si assetsa a 64 volt.

Il caso “massimo” è quindi una deltaV di 7 volt; considerando una ricarica massima accettabile dalle batterie pari a 3c (=7 ampere), significa che devo mettere una resistenza da almeno 1 ohm, su cui si dissiperanno al massimo 50W.

3C dovrebbero ricaricare i 2,4 Ah della batteri-boost completamente in 20 minuti, ma in realtà non dovrebbe servirmi una ricarica completa: per portare da 0 a 50 km/h (14 m/s) un mezzo di 170 kg (guidatore incluso) bastano meno di 5 Wh (1/2 * m * v^2) , che a 60V equivalgono a 0,070 Ah! Con 7 A si ricaricano 0,07Ah in 1/100 di ora, cioè 36 secondi.

Tutti calcoli da ricontrollare, vedremo.

Comunque stavo pensando che il fatto che le mie batterie siano già esauste a 60V significa che le celle si scaricano fino a 3,75 volt invece che 3,0 volt! Significa che ormai riesco a utilizzare solo il 25%-30% della carica!

Speriamo che il progetto di “rivitalizzazione” funzioni!!!

5 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. GianniTurbo said, on 3 maggio 2013 at 10:28

    mica mi è chiaro…come fai i collegamenti…
    i bms spesso hanno un entrata e un uscita ovvero
    un entrata per la ricarica, (caricabatterie)
    una uscita verso il motore
    e un collegamento verso le le batterie, sia il +/- che i fili di bilanciamento

    il tuo bms del tuo pacco attuale ha solo un entrata per la ricarica che coincide con l’uscita verso il motore e le uscite verso le batterie.

    Il pacco aggiuntivo lo monti dopo i diodi? devi calcolare la caduta di tensione.

    • jumpjack said, on 3 maggio 2013 at 10:52

      che vuoi che importino 0,6 V su 60?🙂
      com’è fatto il nuovo bms non lo sapro’ di preciso finche’ non arriva…

  2. GianniTurbo said, on 3 maggio 2013 at 11:14

    Inontre batterie principali avrebbero un ulteriore carico, oltre a quello del motore,quello dell’energia necessaria a ricaricare le batterie tampone per lo spunto.
    dovresti mettere un elettronica che nei momenti di massima richiesta le tre batterie, (2 principali + ausiliaria) forniscano corrente verso il motore, evitando che corrente scorra dalle principali alla ausiliaria…
    Non so se semplicemente basta il fatto che le batterie principali sotto carico calano di tensione…

    • jumpjack said, on 3 maggio 2013 at 13:17

      No, lo scopo della ricerca e’ proprio verificare se una batteria superpotente in parallelo è sufficiente a sopperire al fabbisogno supplementare di potenza in accelerazione, senza nessuna elettronica. Confido nelle leggi della fisica.:-)

      Inviata dal mio tablet cinese, eventuali errori di battitura sono colpa del touchscreen impreciso.

      • GianniTurbo said, on 3 maggio 2013 at 14:05

        Non sono mica convinto che funzioni…
        la mia è una sensazione…
        vederemo cosa uscirà dalle tue prove,…


Puoi inserire un commento qui sotto; diventerà visibile dopo la moderazione dell'amministratore

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: