Jumping Jack Flash weblog

Normative e procedure per immatricolazione veicoli acquistati all’estero, anche fuori Europa

Posted in auto elettriche, scooter elettrici by jumpjack on 18 febbraio 2013

Per la serie “quando cerchi una cosa non la trovi, quando non la stai cercando eccotela tra i piedi”, ecco tutta la documentazione necessaria, le normative e le procedure per immatricolare un veicolo acquistato all’estero, anche in Cina:

http://www.motorizzazionecivilenapoli.it/index.php?option=com_content&view=article&id=97:d..

http://www.polimar.it/edgard/calldoc.asp?id=254293

C’è da leggere per un’ora o due…. ma almeno ci dovrebbe essere tutto quello che serve!

Comunque, ecco più in basso un estratto, tanto per far contento Google.

Queste invece le tariffe secondo il portaledellautomobilista.it :

Immatricolazione veicoli esteri (nazionalizzazione) da paesi non ue
Autoveicolo 45,00 29,24 41,04 22,50
Autoveicolo con targa quadrata 45,00 29,24 40,67 22,50
Motoveicolo 45,00 29,24 21,87 22,50
Rimorchio 45,00 29,24 18,98 22,50
Ciclomotori 45,00 29,24 13,34 22,50

TARIFFA INTERESSANTE:

Visita e prova (collaudo) ciclomotori per rilascio cert. di circolaz. e targa a seguito smar., sottraz., distruz. del cert. di idoneità tecnica 25,00 29,24 13,34 12,50

Ora ci sarebbe solo da trovare il modulo in triplice copia da compilare…

IMMATRICOLAZIONE E ISCRIZIONE AL PRA DEI VEICOLI PROVENIENTI DA PAESI EXTRA UE

L’immatricolazione dei veicoli nuovi e usati provenienti da Paesi extra UE deve avvenire:

  • nel rispetto delle norme generali valide per l’immatricolazione dei veicoli,
  • delle procedure di immatricolazione previste per tali veicoli,
  • presentando idonea documentazione tecnica,
  • presentando (ove richiesta) idonea documentazione fiscale.

Inoltre, in base al Paese di provenienza o al richiedente sono previsti specifici documenti che possono essere diversi tra loro.

Immatricolazione di veicoli provenienti da Paesi extra UE

Il documento di origine o di circolazione estero (autenticati e legalizzati) può consistere in:

  • certificato di origine della casa costruttrice del veicolo, oppure,
  • dichiarazione di conformità o certificato di conformità della casa costruttrice del veicolo, oppure,
  • documento di circolazione civile definitivo, oppure,
  • fotocopia integrale autenticata del documento e certificazione relativa alla cancellazione dai registri di immatricolazione o al ritiro temporaneo dalla circolazione del veicolo e attestante che il documento è stato ritirato o distrutto dall’autorità competente.

La documentazione tecnica integrativa deve contenere anche la dichiarazione di rispondenza del veicolo alle prescrizioni della vigente normativa UE, con particolare riferimento ad inquinamento, livello sonoro, serbatoio, sterzo, frenatura, ancoraggi sedili, ancoraggi cinture, resistenza all’urto frontale e laterale, ecc..

La documentazione può consistere in:

  • certificato contenente le caratteristiche tecniche (dati tecnici quali il tipo di veicolo, la carrozzeria, il modello motore e le sue principali caratteristiche, i valori per il controllo del silenziatore, il numero di posti, le dimensioni e le masse, il numero di marce, il rapporto di trasmissione, il tipo di pneumatici, il tipo di impianto di frenatura, i numeri delle principali direttive alle quali risponde il veicolo, ed altri), oppure,
  • copia fotostatica del verbale di omologazione con dichiarazione firmata da uno dei soggetti di cui sopra attestante che il veicolo individuato per numero di telaio ha le caratteristiche indicate e non depennate nel verbale stesso, oppure,
  • documentazione indiretta (dichiarazione di conformità estera ovvero carta di circolazione o sua fotocopia con gli estremi di omologazione estera e copia autenticata del certificato di omologazione con i medesimi estremi e le necessarie caratteristiche tecniche).

Qualora la bolletta doganale sia unica per più veicoli, certificato doganale in bollo ove risulta che sono stati corrisposti i diritti di confine e sono indicati fabbrica e tipo di veicolo, numero di telaio, estremi della bolletta doganale, categoria del veicolo e stato d’uso. Qualora il certificato doganale non contenga i dati necessari occorre allegare:

  • bolletta originale e fotocopia del certificato doganale, oppure,
  • copia autenticata della bolletta e certificato doganale.

L’UMC, esaminata la documentazione allegata alla domanda, appone, di norma, un visto sulla pratica per la presentazione del veicolo a visita e prova, che comprende anche i controlli previsti per la revisione.

Il veicolo è sempre soggetto a visita e prova presso lUMC.

Puoi inserire un commento qui sotto; diventerà visibile dopo la moderazione dell'amministratore

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: