Jumping Jack Flash weblog

Nuovo Diario Elettrico – Atala/Oxygen Lepton al litio – Prima puntata – 6 febbraio 2013

Posted in ambiente, scooter elettrici by jumpjack on 7 febbraio 2013

Nuova data storica per il mio blog:

il 6 febbraio 2013 sono venuto in possesso di un glorioso, antico scooter elettrico Atala Lepton, il precursore di quello che è oggi prodotto e venduto come Oxygen Cargo Scooter: questo perchè nel tempo è successo che la Oxygen è diventata la “branca” dell’Atala che si occupa di veicoli elettrici anzichè biciclette.

Costo dell’acquisto: 100 (cento) euro.🙂

Condizioni del mezzo: ottime. A parte un po’ di sudiciume dentro e fuori e qualche sgraffio qua e là, sembra nuovo… eppure ha 9 anni di vita, ed è passato dalle mani di almeno due o tre precedenti proprietari (credo che lo vendessero ogni volta che finivano le batterie…🙂.

Impressioni: la qualità sembra ottima rispetto al mio povero Zem Star 45 d’importazione cinese: le plastiche sono ancora solidamente al loro posto e SIGILLATE, non aperte ai quattro venti dove appena l’occhio non riesce ad arrivare… E il telaio è fatto, sostanzialmente, da due grossi tubi ad U larghi forse 5 centimetri, ognuno dei quali è un pezzo unico che va dal manubrio al sellino, senza stupide saldature a indebolirlo proprio nel mezzo, sotto la pedana….

A proposito di pedana, dentro di essa trovano posto 4 antiche batterie al piombo: riescono ancora a far girare a quasi 50 all’ora la ruota quando lo scooter sta sul cavalletto… ma col mio sederone sopra riescono a far faticosamente arrivare lo scooter a 30 all’ora in pianura, mentre in salita c’è da piangere.

Misurando, risulta che riescono a tirare fuori al massimo 10-15 ampere prima che la centralina pietosamente stacchi tutto. Ma d’altra parte cosa si può pretendere da batterie che quando si accende la luce dello stop posteriore si affievolisce la luce del quadro?🙂

Ovviamente lo sapevo, l’ho comprato a prezzo stracciato proprio per questo: conto di utilizzare le batterie per il mio piccolo impianto fotovoltaico (mi basta che arrivino a tirare fuori 10-15A, che a 24 V fanno circa 300W, che per accendere le luci di tutta casa sono più che sufficienti). Riuscire a ricaricare uno scooter o, peggio mi sento, tirar fuori 3 kW sarà tutto un altro paio di maniche: 3 kW a 24 volt sarebbero 125 A…. Ma questa è un’altra storia.

Qualche dato preliminare registrato un po’ di corsa:

  • consumo a scooter spento (l’antifurto?): 0,5A/24W (!!!)
  • consumo a quadro acceso: 1A/48W
  • consumo luci stop: 1A/24W
  • consumo luci anteriori (solo anabbaglianti, gli abbaglianti non esistono): 1A/24W
  • Peso batterie: 15×4 = 70 kg (pensavo una novantina)
  • Capacità batterie: 48V/38Ah=1824Wh
  • Centralina (che loro chiamano “DRIVER” e include il caricabatterie): LAFERT BAEZ48120SC1, 60A continui, 100 di picco (=2880W/4800W), 48V
  • Batterie: 4, ma non tutte uguali: 3 sono Exide P12V975 da 40AH@C20, part number NAPW120875HP0MA, l’altra non si capisce…
  • Motore: LAFERT B6306I-02251
  • Riduzione cinghia: 26:69 (il motore non è nella ruota)
  • Ampio spazio sottosella, forse c’entra addirittura un casco integrale… o una batteria aggiuntiva🙂. Caricabatterie a bordo intergrato nella centralina

Prossimamente qualche foto.

Obiettivi:

  • rimpiazzo delle batterie al litio con “Litio drop-in” a rimpiazzo diretto.
  • creazione pacco batteria in formato estraibile e modulare (possibilmente due pacchi… uno per mano, max 10 kg, avendo già sperimentato che più di 10 kg sono troppi e le mani sono solo due…).
  • cambio centralina, o riprogrammazione per aumentare voltaggio/velocità.
  • verifica adattabilità batterie litio drop-in anche al vecchio Zem, dove però ne servirebbero 5 e l’elettronica di bordo è predisposta per il litio…

Note:

  • la risposta di acceleratore e motore è paurosamente simile a quella del Lepton Cargoscooter moderno, cioè una cosa orribilmente tremenda che rende lo scooter inguidabile: lento a partire, velocissimo a rallentare grazie alla potentissima frenata rigenerativa: sul cavalletto, la ruota passa da da 45 km/h a zero in un secondo!! E spingere lo scooter da spento è una fatica sovrumana per via della resistenza meccanica del motore. Impressionante che uno scooter inguidabile 13 anni fa sia rimasto inguidabile oggi, abbia la stessa velocità massima (45 kmh) ma costi SETTEMILA euro invece che 2000…. Se riesco, come spero, a trovare la “formula segreta” per portare un Lepton a nuova vita con batterie da 2000 cicli e 30 km (l’autonomia originaria reale), penso che molti Lepton usciranno dalle cantine d’Italia
  • Nessun vano portaoggetti, ma gancio per buste sul manubrio.
  • Frecce totalmente silenziose, senza nemmeno la parvenza di un bip o di un click.
  • Mancanza meccanismo si spegnimento del motore in concomitanza con la frenata.
  • Mancanza cavalletto laterale.

Stime:

Per ottenere un’autonomia REALE di 30 km scaricando le batterie solo al 50% per farle durare un’eternità, considerando che un 50ino elettrico consuma sui 40 Wh/km serviranno batterie da 2400 Wh, che per batterie da 48V significa 50 Ah.

Per raggiungere la “soglia psicologica” dei 50 km alle stesse condizioni servirebbero 4000 Wh, cioè 83 Ah.

Considerando una densità gravimetrica di meno di 100 Wh/kg per le drop-in, in termini di peso significherebbe 25 e 42 kg,  a fronte dei 70 attuali.

4 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. GianniTurbo said, on 8 febbraio 2013 at 7:16

    Ottimo, a pietralata sotto ponte Lanciani c’è uno sfascio specializzato in scooter che ne ha uno rosso.
    E fa pure lo scontrino!!!
    Se hai bisogno di pezzi Li trovi là.

  2. GianniTurbo said, on 8 febbraio 2013 at 8:19

    Puoi metterci le giallone da 40 A di ccriss, 16 elementi entrano perfettamente, sul blog americano c’è la foto…. E rimani a 48v compatibili con la centralina originale.
    Se poi vuoi fare il salto di qualità, dovresti cambiare centralina, ma non ho mai trovato documentazione o esperienze in rete.
    Su jobike, uno si vendeva una Kelly da 6kw 60 o addirittura 72v. A circa 250/300 euro.

  3. Fabiano said, on 8 febbraio 2013 at 15:02

    Complimenti per la tenacia jumpjack, attenderemo nuovi esperimenti/esperienze preziose.
    In bocca al lupo.
    Ciao,


Puoi inserire un commento qui sotto; diventerà visibile dopo la moderazione dell'amministratore

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: