Jumping Jack Flash weblog

Voyager log – 28 settembre 2012

Posted in TV by jumpjack on 28 settembre 2012

Ricomincia Voyager, per prepararci all’imminente fine del mondo!🙂

Al contrario di quella vergognosa trasmissione di Mistero, Voyager ha il pregio di annunciare ufficialmente se sta oer dire scempiaggini, introducendole con un “non è vero, ma facciamo che finta che lo sia tanto per sfizio”.

Giacobbo approfitta di questa prima puntata per annunciare l’uscita in edicola del primo numero della rivista di Voyager che parla, indovinate un po’, dei 100 giorni mancanti all’imminente fine del mondo!🙂

Questa nuova stagione (non ho mai capito quante ne fanno all’anno: due, tre, boh?) pare andare in onda il venerdì sera invece che il lunedì, sempre alle 21.00 su Rai2.

Temi di stasera:

  1. le piante “pensanti” e “senzienti”
  2. esperimenti militari segreti:
    • L’esperimento di Filadelfia: nello sperimenare un sistema di “invisibilizzazione” per navi, una nave militare fu per errore fatta sparire teletrasportandola altrove! Sull’argomento esiste anche un vecchissimo film, “Philadelphia Experiment”. Pare che alla base di questo esperimento ci fossero degli studi nientepopodimeno che Einstein, che stava lavorando a una Teoria di Campo Unificato (così dicono a Voyager). Ma la verità sembra essere che la storia fu inventata di sana pianta da un soldato con problemi mentali… Chissà!
    • Esperimenti russi sulla razza umana: incroci umano-animale dopo l’ibridazioe mucca-bisonte, asino-zebra e altro. Lo scienziato Ivanov tenta l’ibridazione uomo-scimmia per avere soldati più forti. La scimmia ha il 99% di geni in comune con l’uomo. Ivanov vorrebbe fecondare una donna col seme di uno scimpanzè, ma viene cacciato… In seguito trova be 5 volontarie, ma a un certo punto i suoi sostenitori russi gli voltano le spalle, Stalin in primis, anche se proprio lui inizialmete aspirava ad avere un esercito di uomini-scimmia. Nel 1930 Ivanov viene esiliato in Kazakstan (o come si scrive). Per quanto ne sappiamo, gli esperimenti di Ivanov non funzionarono, a causa di insormontabili differenze biologiche che comunque esistono tra uomo e scimmia. Eppure oggigiorno è possibile mettere geni di pesce nei pomodori per renderli resistenti al gelo…
  3. Esperimenti di Thomas Edison sulla corrente elettrica; nel 1880 è l’inventore più famoso del mondo, e aspira a mettere una “candela elettrica” in ogni casa, anche se sapeva che, fulminandosi facilmente, dovevano essere continuamente sostituite: l’attacco a vite lo inventò lui, per facilitare e rendere al tempo stesso sicura l’operazione. Ma Westinghouse, magnate delle ferrovie, voleva vendere energia elettrica al mondo come Edison; però Edison era per la corrente continua, mentre Westinghouse era per quella alternata, facilmente trasmissibile su lunghe distanze al contrario di quella continua, che richiederebbe cavi elettrici giganteschi per ridurre le perdite: richiederebbe moltissimo, costosissimo rame, mentre alla corrente alternata bastano cavi piccoli. In compenso, la corrente alternata richiede pericolose alte tensioni, quella continua tensioni basse. Sui giornali comparivano notizie che dicevano che la predilezione di Westinghouse per l’alternata era solo un modo per far risparmiare i soldi del rame alle compagnie. Edison, per dimostrare la pericolosità della corrente alternata, si mise a fulminare animali con corrente alternata ad alta tensione, dai topi fino agli elefanti. Per poi passare ai condannati a morte umani.
    La sedia elettrica nacque così, per dimostrare che la corrente alternata ad alta tensione è pericolosa.
    Il 6 agosto 1890 il condannato Kemmler viene giustiziato sulla prima sedia elettrica della storia. In teoria lo si riteneva un metodo di esecuzoine indolore, ma si rivelò tutt’altro, anche perchè il condannato non morì al primo tentativo. Doveva essere un esperimento scientifico veloce, si rivelò una tortura di 8 minuti. Qualcuno propose di battezzare “Westinghousing” la procedura di esecuzione.
    In ogni caso, anche se fu la corrente alternata a vincere la sfida, Edison potè comunque vendere le sue lampadine, che funzionavano con entrambi i tipi di corrente.
  4. Nuove rivelazioni sul Titanic da un discendente di un passeggero italiano: non fu un iceberg ad affondare il titanic, ma uno speronamento, come annunciato 14 anni prima in un romanzo di Morgan Robertson.

2 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. arrgianf said, on 21 ottobre 2012 at 12:42

    bello

  2. […] Voyager log – 28 settembre 2012 […]


Puoi inserire un commento qui sotto; diventerà visibile dopo la moderazione dell'amministratore

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: