Jumping Jack Flash weblog

Test su strada scooter elettrico E-Max 120L da 104Ah

Posted in ambiente, scooter elettrici by jumpjack on 18 aprile 2012

Che errore!!

Ho provato uno scooter migliore del mio!!!!🙂

Adesso succederà come quando si va da un amico a provare il suo computer nuovo fiammante e poi si torna a casa a usare il proprio, e sembra di avere a che fare con un bradipo stanco…

Ho provato l’emax 120L Blitz: uno spettacolo! Ci siamo andati in due in salita… e ogni volta che partivo, o anche solo acceleravo dopo essere già partito, ho rischiato due o tre volte di perdere la mia passeggera!😀 LOL !!! Questo scooter fa quasi “le pinne”, come si dice a Roma! Cioè, ha talmente tanta coppia che quasi si alza la ruota davanti! E io ho provato quello con le megabatterie da 104Ah, mentre c’e’ anche la versione da 40 Ah: spero le abbiano messe davanti, perché se stanno troppo indietro mi sa che lo scooter si impenna per davvero!

Il 120L non ha neanche il limitatore a 45 km/h, ma la strada che ho fatto era troppo stretta, corta e trafficata per andare a più di 60 all’ora in salita. Peccato, perché lo scooter scalpitava per andare più veloce…. (viene dato per 80 kmh limitati elettronicamente).

Allo stesso tempo, però,  fortunatamente la partenza da fermo non ha uno scatto esagerato, al contrario del 90% degli scooter elettrici che ho provato: ha invece una partenza molto soft…ma dura poco, credo che la centralina “attacchi” alla massima coppia già a 5 km/h, dando uno spunto bruciante. Secondo me bisogna riuscire a trovare una “curva di accelerazione” giusta per questi benedetti scooter elettrici! Finora quella che mi è piaciuta di più è stata quella del Peugeot E-Vivacity, che infatti i venditori dello Yamasaki hanno già deciso di adottare sul loro scooter in futuro.

Purtroppo ho potuto provare lo scooter solo per 5 minuti, mentre mi sarebbe piaciuto provarlo almeno una mezz’ora per poterlo studiare a fondo. Quindi non ho avuto tempo di ispezionare il vano sottosella, di esaminare le batterie (non so nemmeno se sono estraibili), di controllare il vano portaoggetti. Però, almeno qui il vano c’e’, e anche chiuso a chiave. Solo, non so quanto sia grande.

Se vogliamo trovare un difetto nell’e-max 120L, direi che è il freno: la leva sinistra attiva il freno a recupero di energia sulla ruota posteriore (KERS), ma frena in modo decisamente esagerato, cioè semplicemente inchioda, non c’e’ modo di dosare la frenata; e con la leva destra ovviamente si frena col freno davanti… che essendo a disco è molto potente pure lui. Risultato: è vero che con questo scooter si può correre… ma è anche vero che l’unico modo per fermarsi è inchiodare con la ruota di dietro o frenare con quella davanti, il che mi sembra una cosa piuttosto pericolosa. Nessuna traccia invece dell’ “inerzia” o “isteresi di accelerazione/decelerazione” riscontrata nell’Oxygen Cargoscooter, ne della vibrazione in rallentamento che credevo fosse causata dal KERS, nè di attivazione automatica del KERS quando si lascia l’acceleratore, notata sempre nell’Oxygen.

Penso anche che la patente B sia “poco” per questo scooter: non ho mai guidato scooter a benzina più potenti di uno scarabeo, ma questo ha uno scatto e una velocità che secondo me sono sicuramente inadatti a un ragazzino di 14 anni col patentino (ma infatti NON è omologato come 50cc), ma probabilmente non sono adatti nemmeno a chi è abituato a un 125. Ma magari è solo colpa della mia inesperienza come scooterista, bisognerebbe che lo provasse uno scooterista veterano.

Il 120L è disponibile in tre versioni:

  1. e-max 120L                 Litio 40Ah         € 4.990,00
  2. e-max 120L                 Litio 60Ah         € 5.790,00
  3. e-max 120L Blitz         Litio 104Ah       € 6.990,00

Il 104Ah è dato per 140 km di autonomia: bello ma… serve? Alla maggior parte delle persone forse basta un 40 Ah da 5000 euro, che però mi sembrano comunque tanti. Però c’è da considerare che questo non è un cinese ma un australo-tedesco-spagnolo con un bel telaio possente, tanto che il suo progetto è stato venduto anche ad altre case, tra cui la Vectrix, che su questo telaio ha costruito il VX-2.

Foto telaio: http://www.e-maxroma.it/immagini/telaio.jpg

 

Veniamo alle caratteristiche tecniche:

La “L” nel nome sta ovviamente per il Litio delle batterie, che sono fatte con tecnologia “sicura”, nel senso che non sono a rischio incendio/esplosione come modelli precedenti di batterie (così mi ha detto il venditore), però non sono riuscito a capire di preciso che tecnologia usano: ho chiesto al venditore di farmi avere dati precisi, e magari anche un datasheet. Gli ho chiesto anche se magari si mette a vendere anche le batterie, visto che sarebbe l’unico sul mercato italiano (oltre forse a Elionix), ma dice che non ha molta voglia perché sta già vendendo troppi scooter (!!!!) e non riesce a stare dietro a tutti i clienti…

Poi non so se stava esagerando o meno…🙂 .

 

Questi i dati dichiarati:

  1. e-max 120L                 4000W              Litio 40Ah/48V              80 km/h            70 km
  2. e-max 120L                 4000W              Litio 60Ah/48V              80 km/h            100 km
  3. e-max 120L Blitz         4000W              Litio 104Ah/48V             80 km/h            150 km

Cicli batterie: 2000

Ricarica: 1-4 ore

Garanzia: 2 anni, su scooter e batterie!

 

 

Proviamo a fare un po’ di conti di verifica:

40Ah*48V = 1920 Wh

60*48 = 2880 Wh

104*48 = 4992 Wh

 

A massima potenza (=massima velocità, cioè 80 km/h in pianura), quindi immagino con un consumo di 4000W, questo significherebbe:

1920 Wh -> 38 Km (dichiarati 70, cioè 84% in più)

2880 Wh -> 58 km (dichiarati 100, cioè 72% in più)

4992 Wh -> 100 km (dichiarati 150, cioè 50% in più)

 

Consumi teorici/dichiarati:

50 Wh/km (dichiarati 27, cioè 46% in meno)

50 Wh/km (dichiarati 28, cioè 44% in meno)

50 Wh/km (dichiarati 33, cioè 34% in meno)

 

Cioè, secondo la regola empirica che mi sono inventato (capacità / potenza * velocità = autonomia,  kWh/kW * km/h = km), che lega autonomia, velocità massima, potenza massima e capacità delle batterie, il 120L consumerebbe 50 Wh per chilometro e dovrebbe avere autonomie di 38, 58 e 100 km alla massima potenza e velocità (80 km/h). Per raggiungere le autonomie dichiarate, bisognerebbe che lo scooter consumasse 27, 28 o 33 Wh per chilometro nei tre casi, valori un po’ bassini rispettoai 40 Wh/km di media che ho calcolato sulle specifiche di una decina di altri scooter.

Purtroppo, l’unico modo per sapere la verità sarebbe una prova su strada…

Gli unici dati reali che ho, derivanti da test su strada fatti personalmente, sono quelli fatti sul mio Zem Star 45 da 1500W, che con 2880 Wh percorre 80 km (= 36 Wh/km) da nuovo e 65 dopo un anno di vita (44 Wh/km, o più probabilmente è calata la capacità delle batterie).

 

 

81 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. gianni(turbo) said, on 18 aprile 2012 at 10:19

    noto una particolare attenzione al telaio…😉

  2. gianni(turbo) said, on 18 aprile 2012 at 10:22

    il problema che il prezzo per me è proibitivo..

  3. ccrissz7 said, on 18 aprile 2012 at 10:31

    Jump, la distanza massima percorribile credo che loro abbiamo calcolata a 30Km/h:-)
    Io con il mio a 65Km/h con 66V * 40AH (quindi 2640WH) ci faccio a manetta in città (start & Stop compresi) 55Km.
    Se mi permetti, il telaio di quello scooter è davvero bello, secondo me non si rompe;-) Poi che capienza, ci stanno anche le 104AH, anche se il formato delle celle sarà da 100AH, non credo ne vendano da 104AH

    • jumpjack said, on 18 aprile 2012 at 10:45

      Farebbe 48 Wh/km.
      Tu hai 6 kW, mi pare, giusto?

      • ccrissz7 said, on 18 aprile 2012 at 12:15

        No, il mio motore è da 2Kw, ma ne fa 6Kw in partenza da fermo per pochi secondi…

    • jumpjack said, on 18 aprile 2012 at 10:46

      Comunque “bello” non direi. Robusto sì, ma bello…

    • Simone said, on 18 aprile 2012 at 15:32

      Con il Proto che montava le 100 Ah (GBS) che ho usato per il giro d’italia sono arrivato a fare fino a 120 Km senza problemi , poi ad esempio ho fatto una gita con i Vectristi da Milano a Lugano 85 Km andando anche abbastanza allegrotto sui 65 e sono arrivato a Lugano con ancora quasi il 40% di carica ( i Vectrix hanno dovuto rabboccare a Chiasso) , rispetto alle GBS le batterie che ora sono montate in produzione hanno C di scarica molto piu’ bassi quindi il Proto come accellerazioni e ripresa e’ un pochino meglio ( se si sbloccano tutti i limiti della centralina) ma quelle di produzione sono piu’ longeve e piu’ compatte. Quelle di produzione sono delle 115Ah che sono deratate a 104 per aumentarne la vita utile.

      • jumpjack said, on 18 aprile 2012 at 19:45

        Ah, sei tu, dice Alberto che mi conosci.🙂
        E lo scooter che ho provato…. è proprio quello che hai usato tu!
        Ma la centralina del 120L è la stessa del 120S? Come si fa a riprogrammarla per togliere il limitatore? So che nel 110S per esempio è molto semplice.

        • Simone said, on 18 aprile 2012 at 22:12

          Se hai provato lo scooter bianco verde che ha fatto il giro d’italia non hai provato il vero e proprio 104 Ah , diciamo che sono stati affinati ulterori dettagli nel quasi anno che e’ passato dal giro , communque ora tutti gli E-max di nuova produzione montano la stessa centralina , che ovviamente riceve software diversi a seconda del modello e delle batterie , non e’ possibile sbloccare il firmware se non spedendola in Spagna dove hanno la master password.
          Tra l’altro il Proto adesso monta il firmware analogo a quello di produzione non quello sbloccato del giro quindi e’ parecchio piu’ tranquillo e spompato di quando l’avevo in mano io ( purtroppo .. io preferivo il settaggio full power ma lo hanno scartato)

          I 110 in offerta sono quelli con la vecchia centralina che invece e’ abbastanza tarabile con l’apposito palmare

          • GianniTurbo said, on 18 aprile 2012 at 22:18

            x tarabile intendi anche velocita max?

            • Simone said, on 18 aprile 2012 at 22:33

              Si la vecchia centralina si puo’ pasticciare un po’ dappertutto , ovviamente con il suo palmarina , pero’ la velocita’ max se non sbaglio e’ settabile al massimo a 55Km/h ( sulla centralina si settano gli Hz di frequenza , dovrei rimettermi a fare i calcoli per le corrispondenze tra Hz e velocita’ )

      • carmelo said, on 13 maggio 2015 at 12:05

        Buon giorno,
        mi chiamo Carmelo, mi permetto di scriverle per sapere se conosce il metodo per modificare il limitatore di velocità nell’ E-max 120L+, perchè il mio si ferma a 65Km/H.

        Grazie
        Carmelo

        • jumpjack said, on 13 maggio 2015 at 12:26

          Deve rivolgersi a un centro assistenza emax, credo che serva una costosa interfaccia per la centralina sevcon4.

          • Gianni said, on 13 maggio 2015 at 14:03

            prova a contattare Tennico (Stefano) su Energeticambiente che e sa Su Roma o Matteo Zordan (Vectrix)

  4. gianni(turbo) said, on 18 aprile 2012 at 10:31

    ma il 110 è fori produzione?
    http://www.e-maxitalia.it/index.php/listino-2012
    sai se le centraline sono interscambiabili?

    • jumpjack said, on 18 aprile 2012 at 10:44

      non credo, ma non ho chiesto.

    • Simone said, on 18 aprile 2012 at 15:19

      No , il 110 monta ancora le vecchie centraline progettate in Ducati energia , industrializzate dalla HTM s.r.l e costruite in cina dalla Wuxi Proud Eagle.

      I nuovi montano la Sevcon Gen4

      Comunque puoi chiamare la Wuxi , ora che non sono piu’ sotto contratto con E-max possono vendere centraline sbloccate ed anche il palmare per programmare tutti i parametri , prima non potevano perche’ erano in esclusiva per E-max.

      Per passare un E-max da centralina HTM a centralina Sevcon devi praticamente cambiare tutta l’eletronica ed in piu’ aggiungere un termistore al motore ( prima il fattore limitante era la centralina , ora con la Sevcon piu’ potente si puo’ riuscire a mandare il motore in sovratemperatura)

      • GianniTurbo said, on 18 aprile 2012 at 18:21

        sarebbe da capire quanto é complicato sbloccare la limitazione dei 45 KM per arrivare almeno a 60, che a mio avviso é limitante, sopratutto per uno che non é piú un ragazzino…

        • Simone said, on 18 aprile 2012 at 22:13

          purtroppo in Italia sbloccare i cinquantini e’ diventato reato penale anche nei confronti del concessionario che lo esegue .. nel senso che se i vigili trovano un cinquantino che fa piu’ di 45 Km/h anche il concessionario rischia la galera … quindi i cinquantini odierni non sono piu’ sbloccabili

          • gianni(turbo) said, on 19 aprile 2012 at 9:08

            sono d’accordissimo, però capirai che uno che compra uno scooter del genere lo fa anche in buona parte per risparmiare sulla benzina, capirai che il prezzo del “125” like è mooolto oltre il proibitivo, magari il 50like sbloccato, usato poteva essere abbordabile!
            diversamente continuerò ( come sto facendo) ad andare a benzina fino a che non trovo una soluzione che sia economicamente abbordabile e contemporaneamente affidabile…
            Purtroppo ancora non l’ho ancora trovata… e devo dire che mi sto impegnado per cercarla!!!

      • jumpjack said, on 21 aprile 2012 at 20:41

        Che differenza c’è tra “industrializzate” e “costruite”?

    • jumpjack said, on 18 aprile 2012 at 19:47

      Questo è il link che ho trovato per la centralina che FORSE sta su UN MODELLO di E-max e su altri scooter:
      http://www.electricmotorsport.com/store/ems_ev_parts_controllers_sevcon_gen4_36-48_275.php

  5. Simone said, on 18 aprile 2012 at 14:58

    😀😀😀 vedo che finalmente ti stai incominciando ad interessare di scooter seri😀😀😀 , comunque la frenata non e’ affatto eccessiva ,anzi come pilota collaudatore mi sono sempre lamentato che passando dalla vecchia versione alla nuova e’ diminuita decisamente. Anche la pontenza non e’ per nulla eccessiva , telaio , sospensioni , freni potrebbero tenere molto di piu’ e’ stata limitata elettronicamente sia l’accellerazione che la velocita’ proprio per non “spaventare” i neofiti , ma diciamo che nel modello in vendita si riesce ad apprezzatre solo il 70% di quello che lo scooter potrebbe dare.

  6. Simone said, on 18 aprile 2012 at 15:01

    Il freno motore ( regen o Kers ) e’ attivo appena si rilascia l’accelleratore , anzi incomincia a funzionare non appena la potenza richiesta dal comando diventa inferiore alla potenza necessaria a mantenere la velocita’ , per quello che non si sente entrare in funzione entra in funzione gradualmente mano a mano che si rilascia l’accelleratore , quando l’accelleratore e’ completamente rilasciato il regen e’ gia’ in funzione alla massima potenza di recupero ( circa 15%)

    • jumpjack said, on 18 aprile 2012 at 15:07

      Boh, il venditore mi ha detto che il kers non è sempre attivo ma si attiva con la leva.

      • Simone said, on 18 aprile 2012 at 15:14

        La leva aumenta la percentuale di intervento ma gia’ ad accelleratore rilasciato e’ attivo il regen.

        Comunque ci sono in giro un po’ di firmware diversi ( tutta la gestione centralina e’ riprogrammabile via software) non so esattamente il modello che hai provato tu che percentuali erano settate ( tra l’altro in che modalita’ lo hai provato .. eco , normal o speed? )

        • jumpjack said, on 19 aprile 2012 at 7:32

          Boh? Non mi è stato detto che ci fossero modalità: ho chiesto se c’era il “turbo” e mi hanno detto di no.

  7. Simone said, on 18 aprile 2012 at 15:05

    Il telaio e’ un progetto ITALIANO … deriva dalle prime versioni dell Italvel Day ed e’ stato affinato molto negli anni , diciamo che dentro al DNA del telaio dell’ E-max scorre un pochino di sangue bolognese ( che ha orecchie per intendere intenda .. io non posso dire nulla) , Il VX2 e’ un progetto che vectrix ha creato per completare verso il basso la gamma , le differenze dall’ E-max si riducono al faro anteriore ed alla gestione software del dart.

    • jumpjack said, on 18 aprile 2012 at 15:07

      Ah, quindi l’emax è italo-australo-tedesco-spagnolo.🙂

      • Simone said, on 18 aprile 2012 at 15:12

        E-max e’ nato come italiano quando era l’ Italvel Day , poi e’ diventato Italo Tedesco con l’arrivo del motore ruota brevettato ( sempre italiano ) e la Logistica e l’industrializzazione tedesca. Gli australiano sono entrati solo recentemente come partner finanziario ( cioe’ hanno comperato la “piccola E-max Italo-tedesca con una sola piccola fabbrica in cina ed ivestito circa 35 milioni di euro per 3 grosse fabbriche ad alta automazione per la produzione in altissimi numeri .. fai conto che Vmoto vuole superare Piaggio come numero di scooter venduti a livello globale). In Spagna non c’e’ nulla , solo il magazzino ricambi per l’europa.

        • jumpjack said, on 18 aprile 2012 at 19:41

          ah, qiundi mi sono sbagliato, non è italo-australo-tedesco-spagnolo ma italo-australo-tedesco-spagno-cinese.😀😀

          Ma quindi prima aveva un motore normale invece che hub-motor?
          Ma… non esiste una storia/evoluzione ufficiale di questo strano scooter, che ha passato millemila vicissitduini?!?🙂

          • Simone said, on 18 aprile 2012 at 22:19

            io direi che e’ solo Italo-tedesco , gli altri o mettono i soldi o menttono la manodopera o gestiscono pezzi di ricambio …. ma la progettazione dello scooter e’ un altra cosa.

            Come storia riassumendo ….

            Italvel Day (Italy ) trasmissione a cinghia
            E-max (Italy – Germany) motoruota
            E-max2 e VX2 ( Italy -Germany + soldi australiani) motoruota + Sevcon

            come spin-off c’e’ il Govecs che in realta’ e’ la riedizione dell’ Italvel Day originale

  8. Simone said, on 18 aprile 2012 at 15:08

    Se ti puo’ essere utile nei tuoi calcoli a manetta il motore non arriva alla massima potenza di 4Kw , la massima potenza e’ riservata per la ripresa in salita in due alla massima velocita’

    • jumpjack said, on 18 aprile 2012 at 19:39

      il 120L non ha il turbo.

      • Simone said, on 18 aprile 2012 at 22:20

        il 120 ( sia L che S) non ha un semplice turbo .. ha ben 3 mappature che puoi cambiare anche in movimento

        • Simone said, on 18 aprile 2012 at 22:21

          Quello che voglio dire e’ che per raggiungere gli 80Km/h l’ E-max non usa tutti i 4000 watt disponibili , le situazioni di massimo consumo sono appunto le salite in due a massima velocita’

        • jumpjack said, on 18 aprile 2012 at 22:27

          Il tizio di via Belloni non me l’ha detto. O forse il prototipo non ce l’aveva.

  9. marco said, on 29 maggio 2012 at 22:40

    Molto probabilmente la maggiore autonomia è riferita al fatto che c’è un recupero di energia in frenata….avranno fatto delle stime?

  10. marco said, on 29 maggio 2012 at 22:45

    Una curiosità, il modello ZTL 54, ha un motore da 3000 watt, però utilizza la stessa batteria del modello ZTL 45. Ciò significa che con quelle batterie non viene sfruttata al massimo la potenza del motore? Scusate l’ignoranza, ma vorrei capire meglio, perché dicono che il modello da 3000Watt consuma di più e quindi si percorrono meno km

    • jumpjack said, on 30 maggio 2012 at 7:20

      Al contrario, vuol dire che lo smash54 “spreme” troppo le batterie! Non è possibile che 60V/24Ah vadano berne sia per 1500W che per 3000W, perchè significa nel primo caso 25A di picco, e nel secondo caso 50A! Quindi, o le batterie sono giuste per lo smash54 e sottoutilizzate sullo star45, oppure sono giuste per lo star45 e sovrautilizzate per lo smash54.
      Siccome oltretutto non sembrano essere LiFePO4 ma LiIon, che permettono scariche massime di 2C, mi sa tanto che è vero il secondo caso.

      • gianni(turbo) said, on 30 maggio 2012 at 7:50

        OKKIO il fatto che siano li-ion non implica che siano 2c
        dipende dal singolo “modello ” della batteria, io ho un pacco batterie li-ion che uso per alimentare un lettore DVD di mio figlio, 12V che effettivamente è da 4000mAh, ( testatto con IMAX a 500 mAh di scarica ma è ben lungi dall’essere 2C, se gli chiedo 8A, nella migliore delle cose fonde, anche perchè l’ho pagato circa 12euro, caricabatterie compreso e spedizione compresa….

        • jumpjack said, on 30 maggio 2012 at 9:55

          Sì, “2C” è il migliore dei casi. Nel mio caso, 2C vorrebbe dire 48A, ma col motore da 1500W dovrei arrivarci, forse, solo in grosse salite (che rottura non avere un datasheet!); essendo 1500/60=25, normalmente “ciuccio” 25A, che usando una batteria singola sono 1C e usandone due in parallelo sono 0,5 C, e arrivo quindi a 1C solo sulle salite.

          • gianni(turbo) said, on 30 maggio 2012 at 10:01

            con il watttmetro vedi in tempo reale l’assorbimento e quindi i “C” richiesti.

          • gianni(turbo) said, on 30 maggio 2012 at 10:07

            inoltre spesso il valore del motore è quello nomilae, quello max è maggiori, mi spiego, la mia bici elettrica è 250W nominali, in pianura, anche quasi senza pedalare, ma in partenza e in salita è 450W, limite imposto dalla centralina…
            Magari il tuo 1500w nominali ne tira fuori 2500 di picco, dipende dalla centralina, dal filo viola o no etc…
            x questo è importante sapere la potenza istantanea…
            inoltre a mio avviso è importante sapere i Wattora max forniti dal pacco batterie per vedere se c’è un degrado in atto, andrebbe misurato con il pacco nuovo e via via controllato.
            magari un elemento sta invecchiandosi, e puoi ancora recuperarlo “rabboccando” il singolo elemento, prima che intervenga la scarica inversa.

      • gianni(turbo) said, on 30 maggio 2012 at 8:00

        e in ogni caso, tornando al discorso di prima, dell’adeguatezza delle batterie, tanto di solito le batterie a differenza del resto vengono garantite 6 mesi, giusto il tempo di farle crollare…

        • jumpjack said, on 30 maggio 2012 at 9:51

          Sulle batterie c’e’ un grosso problema: le mie erano garantite per 2 anni… ma 2 anni DI COSA?!? E’ garantito che dopo 2 anni le batterie… facciano cosa? Accendere il quadro? Accendere lo scooter? Far andare lo scooter a 60 km/h? Farlo andare a 10?!? Fargli avere un’autonomia di 100 km? di 20? Dell’80% dell’inizio?!?
          Non vuol dire niente “garantite X tempo”, non sono “on/off”! Ma un anno fa non lo sapevo…

  11. gianni(turbo) said, on 30 maggio 2012 at 10:09

    Be se non fanno accendere lo scooter come sembra accada a Leo, a mio avviso sono da sostituire.
    I fabbricanti seri danno la garanzia e specificano pure il degrado. spesso sui fotovoltaici è indicato.

  12. gianniturbo said, on 12 giugno 2012 at 21:21

    Sono passato a via Nemorense dal concessionario emax, con l idea di provare il 90s visto che stavo prendendo in considerazione l emax di Prato, ma ora in pratica sta abbandonando gli emax in favore del Bertini visto che costa di meno, ha le batterie estraibili…
    Comunque la notizia è che vende i suoi due usati con batteria fa sostituire. Un 110 e un 120

    • Anonimo said, on 13 giugno 2012 at 7:48

      meglio, non ha senso che gli unici due venditori di emax di roma stiano a due passi l’uno dall’altro!
      ma il 120L non ha le estraibili?
      e il birò gli è tornato? dicevano che era “in manutenzione”,magari lo stavano “litizzando”?…

  13. alessio said, on 29 settembre 2012 at 20:31

    andate a provare lo scootere elettrico della peugeot

    • jumpjack said, on 29 settembre 2012 at 23:45

      Gia’ provato, trovi la recensione su questo stesso blog. Un cinquantino come tanti, 3800 euro perche’ ha il litio, ma batterie non estraibili, non mi piace. Pero’ ha un bello scatto.

      Sent from my Sony Ericsson Xperia mini pro

  14. simone said, on 17 ottobre 2012 at 9:09

    Io sto cercando uno scooter elettrico che vada almeno sugli 80km/h fatto bene(non si deve rompere in 2 alla prima buca) e con un autonomia di almeno 80Km. ero interessatissimo al 120S ma costa veramente troppo! Possibile che non ci siano alternative decenti a prezzi più competitivi?

    • simone said, on 17 ottobre 2012 at 9:10

      Stavo guardando anche questo X-Spin 125 che sembra essere interessante:
      http://motori.tiscali.it/auto_moto/green/feeds/12/08/25/t_51_20120825_news_000198.html?green

      • jumpjack said, on 17 ottobre 2012 at 10:52

        Sì, attualmente è il 125cc-equivalente più conveniente, gli altri sono tutti sopra i 5000 euro.

        Inviata dal mio dispositivo Android.

        • GianniTurbo said, on 17 ottobre 2012 at 11:34

          bisogna vedere la qualità…

          • jumpjack said, on 17 ottobre 2012 at 12:14

            So che ci sono anche zem smash 54 da 3000w usati a meno di 2300 euro.

            Inviata dal mio dispositivo Android.

            • GianniTurbo said, on 17 ottobre 2012 at 12:47

              visti i problemi di leo e tuoi eviterei…

              • simone said, on 17 ottobre 2012 at 13:11

                Il vero problema di questi scooter elettrici è proprio che ce ne sono molti e al 90% da quello che si legge in giro si rompono solo a guardarli, non sono sicuri, hanno batterie che dopo poco le devi buttare via perchè sottodimensionate o di pessima qualità.
                Sarebbe bello avere un articolo chiaro su quali sono gli scooter elettrici degni di essere chiamati tali(magari divisi per “cilindrata”), con pro e contro di ogni modello e relativi prezzi. Sarebbe grandioso e aiuterebbe tutti quelli che si stanno avvicinando a questo mondo a farsi un idea.

                • jumpjack said, on 23 ottobre 2012 at 21:36

                  Prove su strada e valutazioni qualitative di tutti e’ impossibile averle… ma 70 schede tecniche di scooter elettrici in vendita in italia, con grafici e tabelle di confronto sì, nonche’ formule fisiche per verificare la plausibilità delle specifiche tecniche, e già che ci siamo anche le schede di una decina di minicar elettriche e di 13 scooter a batterie estraibili. Tutto acquistabile e immatricolabile in Italia. http://is.gd/autoguida3

                  Se lo compri in libreria costa 20 euro (la seconda edizione, 350 pagine contro le 100 della prima), , sul sito costa 13,50, se lo compri in versione ebook da me lo paghi DUE euro.🙂

                  Blog ufficiale: http://autoguida.wordpress.com

                  Inviata dal mio dispositivo Android.

              • jumpjack said, on 17 ottobre 2012 at 15:16

                Perche’, tu conosci qualcuno che NON ha avuto problemi con il suo scooter elettrico?😉 Lo smash usato costa 2600 euro, io me lo comprerei al volo, ha praticamente un prezzo da usa e getta (te lo ripaghi in un paio d’anni o meno, poi se si rompe lo butti🙂 ).

                Inviata dal mio dispositivo Android.

                • GianniTurbo said, on 17 ottobre 2012 at 15:20

                  Punto di vista …poco ecologico…
                  il mio benzina dura nacora dopo 13 anni
                  come elettrico ho recuperato uno del 2000…

  15. Lele said, on 16 novembre 2012 at 14:49

    Ciao. Io ho il 120L Bliz.
    Oggi lo devo riportare per la seconda volta alla concessionaria di Milano perchè ha un grave problema al software della centralina.
    Praticamente arriva un falso segnale di “carica 100%” e smette di ricaricare.
    Questa cosa mi sa a dir poco facendo preoccupare.

    Io ho aspettato molto uno scooter con queste caratteristiche (ho già fatto 1500 km e vi garantisco che è un piacere).
    Usandolo tutti i giorni per 100km (A/R dal lavoro) e ritrovandomi ancora con il 20% a casa è una goduria. Fate conto che il 90% del mio percorso è una statale dritta come un fuso (quindi niente ricarica).
    Con l’acceleratore riescia a gestire molto bene i consumi (volmetro molto preciso, il traduttore in % e km rimanenti pessimo)

    Qualcuno di voi che ha il 120 bliz ha avuto gli stessi problemi di firmware della centralina?

    Cavolo sto quasi pensando di riportarlo indietro (soddisfatti o rimborsati) e passare ad un vectrix.

    Fatemi sapere!

    LELE

    • GianniTurbo said, on 16 novembre 2012 at 15:22

      Certo 100 km al giorno, tutti dirtti so tanti, un un pensierinio al Vectrix ce lo avrei fatto…
      Li c’è più letteratura a riguardo, maggiore esperienza, e qualche usato credo…
      io non conosco nessuno con lo stesso scooter, neanche su energeticambiente

    • jumpjack said, on 16 novembre 2012 at 18:00

      Occhio, attualmente non esistono scooter elettrici che possano garantire 100 km di autonomia! Non reali, quantomeno! Infatti quasi nessun venditore dice/sa che le batterie degradano rapidamente se scaricate sempre al 100%, arrivando a durare appena 300 cicli, quando invece scaricandole al 30% ne durano più di 1000! In termini chilometrici, se un “pieno” ti fa fare 100km, se lo usi tutto in una volta potrai fare in tutto 30.000 km, mentre se lo usi a 30 km per volta potrai fare in tutto 100.000!

      Ho elaborato una formula generalizzata (quindi approssimativa) valida sia per batterie al piombo che al litio: l’autonomia totale T è data da:
      T = 300 * A^2 / P
      A = Autonomia garantita da scarica del 100%
      P = percorrenza goirnaliera

      Il motivo di questo comportaento, nel caso delle batterie al litio, è che l’intercalazione degli ioni nel reticolo degli elettrodi fa “gonfiare” e “sgonfiare” gli elettrodi ad ogni carica e scarica, deteriorandoli; più scarichi, più si gonfiano/sgonfiano, più si rovinano, meno volte lo puoi fare, meno durano le batterie.

      Per il piombo non lo so da cosa dipende, non le sto studiando perchè sono una tecnologia ormai obsoleta..🙂

      • GianniTurbo said, on 16 novembre 2012 at 20:08

        Il vectrix di frullino75, upgradato al litio?

        • jumpjack said, on 17 novembre 2012 at 10:55

          Per avere 100 km di autonomia reale ne servono almeno 200 di autnomia teorica, se si vogliono far durare le batterie più di uno o due anni.

        • jumpjack said, on 17 novembre 2012 at 10:55

          e poi mi sa che si chiama GRI-llino….😉

  16. […] Test su strada scooter elettrico E-Max 120L da 104Ah […]


Puoi inserire un commento qui sotto; diventerà visibile dopo la moderazione dell'amministratore

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: