Jumping Jack Flash weblog

Test su strada scooter elettrico Oxygen Lepton

Posted in scooter elettrici by jumpjack on 21 marzo 2012

Come preannunciato qualche post fa, sono stato a provare gli scooter Oxygen Lepton al parcheggio di Villa Borghese.

Che dire? Unadelusione colossale!!!

Da una ditta che fabbrica scooter elettrici da 13 anni e che si appoggia a un fabbricante di scooter famoso e veterano come Atala, mi aspettavo uno scooter semplicemente perfetto.

Invece è semplicemente pessimo.

Partiamo dalla fine, il prezzo: 4500, 5900 o 6900 euro (iva esclusa) per i 3 modelli con 2, 3 o 4 batterie al litio, e autonomie da 60 a 120 km, velocità da 50 a 65 km/h. Quello da 4500 è un “cinquantino” con limitatore elettronico… ma in realtà, siccome è limitato a 50 anzichè 45, legalmente NON è un cinquantino (stesso errore dello scooter CityPower/Yamasaki).

Se, visti i prezzi esorbitanti, siete comunque ancora interessati a questi scooter, continuate pure a leggere…

L’estetica non è delle migliori: volendo lasciar stare il fastidioso tunnel centrale, che molti altri scooter hanno, rimane comunque la misteriosa faccenda dei “corrimano” intorno al manubrio: dicono che servano per proteggere le mani, e per rendere più facile rialzare lo scooter quando cade. Mah.

Però, il motivo per cui c’è il tunnel centrale come quando c’erano le batterie al piombo proprio non si capisce; tanto più che, essendo molto più leggere, se ne possono mettere tranquillamente anche solo due (la version da 4500 euro), nel qual caso il tunnel rimanevuoto!!! Ho visto lo scooter aperto, due batterie entrano quasi completamente nel sottosella, solo una sporge di una decina di cm!

E, a proposito, le batterie, benchè al litio e benchè ognuna pesi una quindicina di chili, non sono estraibili! Sono avvitate sotto al tunnel.

Poi, c’è l’acceleratore: davvero tremendo. Nonostante io abbia guidato una decina di scooter elettrici diversi negli ultimi due anni, e ne possieda uno mio da un anno, a questo acceleratore non sono riuscito ad abituarmi nemmeno dopo un’ora di guida (gratuita; questo, va detto, è un grosso pregio di questo venditore, fa fare prove gratis anch di ore). Non so se tutti gli scooter con sistema di recupero di energia in frenata KERS hanno questo comportamento, ma io personalmente l’ho trovato insopportabile: c’è un’isteresi nell’acceleratoe assolutamente intollerabile! Acceleri… e dopo uno o due secondi lo scooter parte, prima dolcemente, poi in pochi secondi arriva a 50 all’ora. Lasci l’acceleratore, e dopo 1 o 2 secondi lo scooter inizia a rallentare. A rallentare pesantemente, come se si stesse frenando, e non so se si accenda la luce degli stop, non ho potuto controllare. Se non si accendono, è un grosso problema.

Questo nella modalità “coniglio verde” (la forma della spia sul cruscotto; secondo me è una lepre, trattandosi di una modalità veloce, ma il venditore dice che è un coniglio, boh).

Nella modalità “bradipo”, che sarebbe stata richiesta dalle poste svizzere per guidare su neve e/o brecciolino, vi lascio immaginare le prestazioni….

Già, le prestazioni: io ho provato il 4kW, e in salita è un vero portento,  come anche agli incroci… ma sempre  solo dopo i canonici 1-2 secondi di cui sopra. Secondo me, se riescono ad eliminarli, puà diventare uno scooter discreto; se eliminano anche il tunnel vuoto tra i piedi, può diventare uno scooter quasi sufficiente. Se magari mettono anche un vano portaoggetti, aperto o chiuso a chiave che sia, potrà diventare uno scooter sufficiente (non c’è assolutaente NIENTE dove poter appoggiare QUALUNQUE COSA su questo scooter: i guanti, il cellulare…. niente, tutto in mano!).

Se poi riescono a dargli un prezzo decente, tipo 3000 euro invece che 4500 euro per il modello base, allora potrà diventare un buono scooter.

Ma, così com’è, è in assoluto il peggiore che abbia mai provato. Persino di quel bradipo dell’e-max 110S, che sarà pure di qualità tedesca, ma che ai semafori e in salita fa venire il latte alle ginocchia, senza il turbo. Però quello è al piombo….

Forse a questo punto converrebbe comprare un antico Atala/Oxygen Lepton del 1999: ne hanno diversi in vendita, a chilometri zero, che vendono per 2400 euro con batterie nuove. Magari si potrebbe considerare l’acquisto di uno SENZA batterie (che vengono fornite al piombo) per convertirlo al litio, chissà. Ho dimenticato di chiedergli se c’e’ questa possibilità.

Unico punto a favore di questo scooter: la disponibilità di assistenza della casa madre a Roma. In altri posti, non so.

Note tecniche:

Modello 1:  4 kW, batterie 2x18Vx65Ah, 60 km, 45 km/h, 4.500 euro, 3,5 ore di ricarica (assorb. 1000 W per primo terzo, poi 80W)

Modello 2: 4 kW, 3x12Vx100Ah, 90 km, 45 km/h, 5900 euro, 4,5 ore di ricarica (assorb. 1000 W per primo terzo, poi 80W)

Modello 3: 6 kW, 4x12Vx100Ah, 120 km, 65 km/h, 6900 euro, 6 ore di ricarica (assorb. 1000 W per primo terzo, poi 80W)

32 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Giuliano said, on 11 aprile 2012 at 14:01

    quando una persona che non ha mai posseduto uno scooter elettrico ma lo ha solo immaginato in sogno si permette di dare giudizi tecnici il risultato è leggere un mare di castronerie. in primo luogo il nome dello scooter. non si chiama lepton ma cargoscooter e come il nome suggerisce è concepito per il trasporto. altro punto non si capisce il senso di fare batterie swappabili quando comunque le stesse hanno complessivamente un peso che non è certo trasportabile da una casalinga , senza poi contare la complessità delle interconnessioni tra le stesse per il monitoraggio delle celle oltre che dei collegamenti ad alta corrente tra le stesse. infine che dire della prova…UNO o DUE SECONDI DI RITARDO sui tempi di risposta? ma è sicuro di ricordare bene? non corrisponde assolutamente a verità…si il ritardo è avvertibile ma ben inferiore a quello dell’emax e non certo dell’emntità da lei descritta. tra l’altro se avesse alzato il culo dalla sella avrebbe trovato una presa accendisigari ed un contenitore.prestazionalmente è il miglior scooter elettrico che abbia mai provato e le autonomie sono superiori al dichiarato. non so di che umore era lei il giorno in cui lo hha testato.

    • jumpjack said, on 11 aprile 2012 at 15:38

      E se invece chi ha provato lo scooter avesse provato 15 scooter elettrici diversi in 2 anni in 3 fiere diverse in giro per l’Italia, per poi decidere di comprarne uno che ora possiede da 10 mesi?🙂

      Una singola batteria (nel modello base) dovrebbe pesare una quindicina di chili; quelle del mio Zem Star 45 pesano 10 kg l’una. Sono un po’ pesanti, ma comunque trasportabili. Anche lo Yamasaki ha la batteria estraibile, anche se pesa 17 kg. E anche i Bertini, e gli ASPES ibridi: purtroppo non tutte le persone (quasi nessuno?) hanno un garage dove caricare lo scooter…

      Prestazionalmente, in salita (che è il punto cruciale degli scooter elettrici) il Cargoscooter, come ho detto, è un buon scooter , ma solo dopo che è partito e mentre viaggia; in partenza e in decelerazione è inguidabile (e probabilmente anche pericoloso, se, come credo, il kers si accende automaticamente sempre appena si lascia l’acceleratore ma non accende le luci di stop!).

      Purtroppo, il fatto che vada a 50 all’ora e il prezzo esorbitante, insieme agli altri difetti, lo mettono completamente fuori mercato.

      Però, come dicevo nell’altro commento, sono tutti difetti eliminabili:
      – attivare il kers solo su esplicito comando del guidatore
      – riprogrammare centralina per partenze più immediate (va bene, non sono due secondi di ritardo, ma la percezione è di avere un bisonte 400 chilli di scooter sotto al sedere, quando si parte…)
      – omologare lo scooter almeno per le tangenziali (tanto già così non è a norma: per essere un cinquantino, per legge deve andare a 45 km/h, non a 50).
      – nel modello con una sola batteria, rendere estraibile la batteria ed eliminare il ponte sulla pedana: questa è la modifica sen’zaltro più difficile, ma farà lla differenza: ci sono milioni di persone che abitano al piano X di un comdominio in città e lasciano l’auto in strada perchè non hanno il garage… e nessuna di loro potrà quindi mai comprare uno scooter elettrico, rimanendo così costretto a pagare 2 euro per fare 15 km con l’auto a benzina!

      Se già che ci siete fornirete agli acquirenti la spina SCAME per la ricarica anche da colonnine, cosa che al momento non fa nessun venditore di scooter elettrici, avrete anche una ulteriore carta in più rispetto agli altri venditori.😉 Trovate le specifiche della spina proprio qui nel mio blog.

      Buon lavoro.

    • jumpjack said, on 12 aprile 2012 at 9:53

      Giuliano, ci sono alcune persone interessate ad acquistare i vecchi lepton al piombo, ma senza batterie, per convertirli in proprio al litio. Quanto costerebbero senza batterie? E quali erano le caratteristiche delle vecchie batterie al piombo?

  2. jumpjack said, on 11 aprile 2012 at 15:39

    Ah, c’e’ un altro problema (credo anche legale) nel Cargoscooter: l’acceleratore non si “spegne” quando si agisce sulla leva del freno. Lo fanno tutti gli scooter elettrici che ho provato, e un venditore mi ha detto che è obbligatorio per legge. Perchè, non saprei.

  3. caterina said, on 30 aprile 2012 at 20:54

    be che dire…..continuate a non farci capire molto…….io ho provato il cargo scooter alla fiera di roma e, dopo aver provato altri modelli, ero convinto l’oxigen fosse il migliore in assoluto…….

    • jumpjack said, on 1 maggio 2012 at 13:32

      Sotto quali aspetti?
      Considera comunque che in fiera te li hanno fatti provare come se fossero giocattoli, andando al massimo a 30 all’ora su un rettilineo di 30 metri.

  4. […] scooter sono i nuovi Oxygen/Lepton Cargoscooter recensiti tempo addietro, non so se noleggiano anche quelli “antichi” degli anni ’90 che hanno lì in […]

  5. jumpjack said, on 5 novembre 2012 at 19:54

    Se “quelli della oxygen” sono ancora in ascolto… forse gli interessa il nostro raduno?
    http://www.repubblica.it/motori/moto/2012/10/23/news/motori_h2roma_energy_mobility_show-45083387/

    • jumpjack said, on 5 novembre 2012 at 19:55

      Ho deciso di mettere nel volantino il Lepton perchè è l’unico “reduce” degli anni 2000 ancora in vita con lo stesso nome, ma con prestazioni ben diverse! E dalla Oxygen mi dicono che col nuovo firmware l’acceleratore funziona bene, speriamo… Non ci fate fare figuracce!🙂

  6. […] Test su strada scooter elettrico Oxygen Lepton […]

  7. denis said, on 10 gennaio 2013 at 20:43

    ciao,vorrei sapere se posso cambiare le baterie al piombo del lepton oxigen con quelle al litio? oppure devo cambiare anche il circuito elettronico oltre al caricabatterie idoneo?

    • jumpjack said, on 10 gennaio 2013 at 21:23

      in teoria esistono batterie al litio “drop-in” per rimpiazzare le piombo senza cambiare l’elettronica (ad esempio le lipotech), ma non ho nessun dato o esperienza in merito.

    • jumpjack said, on 28 marzo 2013 at 22:29

      Ho scoperto che la batteria al litio del moderno Zanini Penelope probabilmente entra nel vano batterie del lepton: è solo un po’ troppo alta, quindi magari il coperchio non chiuderebbe bene, ma dovrei verificare, e comunque forse si potrebbe farsi fare un coperchio in vetroresina su misura per qualche decina di euro, chissà.
      E la batteria del Penelope dovrebbe essere da 30-35Ah (non ho dati precisi), contro i “finti” 38Ah del vecchio lepton, che essendo al piombo corrispndevano a circa 20 Ah (addirittura meno di 15 col freddo). E pesa 17 kg invece che 75. Quindi dovrebbe permettere una bella “rivitalizzazione” dei vecchi Lepton!

      Spero che qualche proprietario che ne ha sepolto uno in garage da 10 anni passi di qui e tenti l’esperimento… e poi riferisca!🙂

      • GianniTurbo said, on 28 marzo 2013 at 23:24

        Dovresti vedere se le batterie del nuovo cargo scooter vanno sul vecchio atala lepton, anche se mi pare che sul nuovo sono in parallelo…

  8. […] così ho cercato conferme: ebbene è vero, la ditta che cercava di vendere cinquantini elettrici a 6000 euro è fallita. Chissà come […]

  9. GianniTurbo said, on 27 marzo 2013 at 20:05

    Sai se si possono provare ancora gli scooter a villa borghese? O sono falliti?

    • jumpjack said, on 27 marzo 2013 at 20:23

      Me lo stavo chiedendo anch’io. Ho sentito dire che a Villa Borghese è attivo un noleggio di scooter elettrici, non so se sono loro.

      • GianniTurbo said, on 27 marzo 2013 at 22:13

        Mi sta venendo voglia di uno scooter gia fatto… Solo che di cargo scooter pare che in italia ne abbiano venduti solo 7….

        • GianniTurbo said, on 28 marzo 2013 at 14:02

          Ho contattato il referente di villa borghese, da 7 mesi hanno chiuso

          Il modello in questione è quello da 3 batterie, da circa 6000 euro…

        • jumpjack said, on 28 marzo 2013 at 18:02

          Come mai così tanti?!?😉
          Certo che spreco, mamma mia…. 13 anni di esperienza buttati nel secchio.
          Speriamo che invece succeda come con l’italvel, morto prematuramente nel 2000, ma poi reincarnatosi in 3 corpi diversi!🙂 Anzi, 4 col nuovo “Etropomax” (nome inventato da me per il primo etropolis prodotto dalla VMoto su telaio Emax🙂 ).

          • GianniTurbo said, on 28 marzo 2013 at 20:56

            http://www.motorcafe.it/?p=5768
            134 km con una carica, la version top…

            • jumpjack said, on 28 marzo 2013 at 21:34

              Sì, potenzialmente è un buon scooter, se gli seghi via i maniglioni antipanico e gli cambi motore. Solo che nessuna delle due cose si può fare, sennò perdi l’omologazione.
              La cosa seccante è che anche il vecchio modello ha il motore “durissimo” in rilascio, e anche a motorino spento, quindi non dipende dal recupero in frenata, visto che la centralina è spenta! Oppure se aggiungessi un diodo antiritorno risolverei qualcosa?!?

              • GianniTurbo said, on 28 marzo 2013 at 22:18

                I maniglioni si smontano senza problemi, credo, vedo una brugola sotto.

                • jumpjack said, on 28 marzo 2013 at 22:24

                  Eccaallà, mo te compri un Lepton nuovo di fabbrica a 2000 euro…🙂
                  Lì a villa borghese avevano dei vecchi Wheler Dealer in attesa di sistemazione, ora il “parco macchine abbandonate” si sarà arricchito… Fossi in te ci farei un giretto.

            • jumpjack said, on 28 marzo 2013 at 22:32

              A proposito… 2000 euro forse li valgono le sole batterie! (4800 Wh, quindi meno di 0,50 E/Wh).
              E, ora che ci penso, il pacco batterie da 100Ah starebbe bene sotto un Birò… Devo dirlo al tizio di buzz4tours!

              • GianniTurbo said, on 28 marzo 2013 at 23:21

                L’ho visto prima io, non me lo fregate.

                • GianniTurbo said, on 29 marzo 2013 at 16:08

                  sembra che le batterie non siano singole da 12V ma singole da 36V,
                  http://www.eco-rent.it/wp-content/uploads/2012/04/Italian_Brochure_oxigen.pdf
                  non mi quadra quello con la massima autonomia che sembra avere batterie da 48v

                  • jumpjack said, on 29 marzo 2013 at 16:14

                    si, quello più grande pare avere batterie da 48 invece che da 36.
                    Ma a me è sempre parso strano che avesse batterie da 36V, non è mica una bicicletta.
                    Probabilmente le tre “motorizzazioni” sono 48V/18Ah, 48V/36Ah, 48V/54Ah, avranno fatto confusione tra V e Ah….

                    • GianniTurbo said, on 29 marzo 2013 at 19:03

                      c’è per anche una versione da 65 km all’ora…

  10. GianniTurbo said, on 28 marzo 2013 at 14:00

    Ho contattato il referente di villa borghese, da 7 mesi hanno chiuso

  11. […] trovo il nuovo Lepton orrendo e inguidabile… ma dovrebbe contenere superbatterie “Valence XP” LiFeMgPO4 (al magnesio) ad alte […]

  12. […] Qui c’è la mia prova su strada del nuovo Lepton fatta a marzo 2012. E qualche antica testimonianza sui vecchi Lepton: LINK 1 LINK2 […]


Puoi inserire un commento qui sotto; diventerà visibile dopo la moderazione dell'amministratore

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: