Jumping Jack Flash weblog

Diario elettrico 37 – viaggio nelle batterie

Posted in scooter elettrici by jumpjack on 20 marzo 2012

Diario di bordo

dello

scooter elettrico al litio

Zem Star 45

1500W/60Kmh/80Km


CAPITOLO 37


Clicca qui per l’INDICE DEL DIARIO

Ho deciso di pubblicare le foto dell’interno della batteria “disastrata” sperando che qualcuno riesca a far luce su di essa…
Che celle usa?
Che BMS usa?
Con che tipo di caricabatterie può essere caricata?

Non ho nessun datasheet. So solo che il caricabatterie è da 67.2V/3A

Ci sono due circuiti separati c he fungono probabilmente da BMS, ma è impossibile esaminarne i componenti senza estrarli, ed è impossibile estrarli senza smontare completamente la batteria!

Complessivamente nella batteria ci sono 96 celle, ma non so come sono collegate in serie e in parallelo.

Il caricabatterie è da 67,2V, e una generica cella al litio dovrebbe lavorare a 3,7 V, con tensione massima di 4,2 V se non erro.
67,2/3,7 fa circa 18.

Sulle singole celle non è visibile nessuna scritta.

AGGIORNAMENTO:
da varie fonti e da deduzioni personali, sembra risultare quanto segue:
La batteria è formata da 2 blocchi, ognuno costituito da 8 pacchi, ognuno composto di 6 celle in parallelo.

Una batteria appena caricata misura circa 64,6 volt totali, e 4,0 volt per cella.

“Si dice” che le celle potrebbero essere LiIon (non LiFePo4) da 4000 mAh.

Da quanto sopra si deduce che la batteria è composta da 16 pacchi in serie, ognuno fomato da 6 celle in parallelo: la cosa si abbrevia in 16S6P.

Celle in serie sommano le tensioni, celle in parallelo sommano le capacità, quindi:

16×4,0V = 64,0 V

6×4000 mAh = 24 Ah

Quindi ogni batteria è da 60V/24Ah

I fili bianchi che si vedono nelle foto fanno parte del Battery Management System: servono a misurare la tensione dei singoli blocchi di 6 celle (tutte le celle in parallelo in un blocco assumono necessariamente la stessa tensione). Ciò è necessario per evitare che un blocco assuma una tensione diversa da un altro blocco (“sbilanciamento”), cosa che porta a lungo andare al danneggiamento delle batterie.

Il BMS appare circuitalmente molto semplice, non sembra di vedere circuiti integrati al suo interno (nelle foto non si vede niente, ma anche “dal vivo” non sembra di vedere nessun integrato), ma solo tanti transistor (o tanti piccoli integrati?!?).

Qualcuno fa notare che c’è una sorta di anomalia in questo (rudimentale?) BMS: manca la doppia spina. Normalmente infatti un BMS ha una spina per la ricarica e una per l’utlizzo della batteria, mentre in questa batteria c’e’ una spina unica. Nella batteria al litio dello scooter Yamasaki, per esempio, ci sono due spine separate.

Osservando attentamente le foto si vede che i blocchi di 6 celle hanno colori diversi, alternati. Questo indica probabilmente che essi sono connessi in serie l’uno a quello successivo tramite le piastre metalliche ben visibili, che coprono i blocchi di 12 celle centrali e i blocchi di 12 celle a destra. Si presume invece che analoghe piastre che uniscono il primo blocco in alto a sinistra e quello alla sua destra si trovino sul lato non visibile della batteria.

E’ probabile che vengano usate larghe piastre per collegare le celle tra loro affinchè fungano anche da dissipatori di calore, oltre che da conduttori molto larghi: tra un blocco e l’altro dovrebbero infatti circolare almeno 25A, forse di più, e secondo la regola di 1mm2 di spessore ogni 4A, i cavi di collegamento tra un blocco e l’altro dovrebbero essere almeno da 6 mm2.

21 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. GianniTurbo said, on 20 marzo 2012 at 23:39

    proviamo a chiedera aiuto agli amici di jobike?
    http://www.jobike.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=12992

    • jumpjack said, on 21 marzo 2012 at 9:10

      Notevole l’aiuto di quelli di Jobike!
      Pare quindi che la mia batteria sia una Litio (non LiFePo4) in configurazione 16parallelo/6serie, che dà una tensione nominale di 64V e capacità di 24 Ah.
      Attendo ulteriori conferme.

      • jumpjack said, on 21 marzo 2012 at 9:11

        Cavolo, ho scritto al contrario… 16serie/6parallelo
        16*4,0V=64V
        6*4Ah=24 Ah

    • jumpjack said, on 21 marzo 2012 at 9:34

      Ma come si fa a capire che questo pacco è 16s/6p ?
      Io vedo su ogni lato della batteria due gruppi da 6, due gruppi lunghi da 12 e un gruppo “tozzo” da 12.

      • jumpjack said, on 21 marzo 2012 at 9:52

        Ah, ho capito tutto, si vede osservando bene i colori:
        sono in sostanza due blocchi, ognuno dei quali formato da 8 gruppi di 6 celle ciascuno: anche i gruppi da 12 celle, infatti, hanno i colori che dividono i blocchi a metà.
        Quindi ogni blocco probabilmente ha 8 gruppi in serie, e se i due gruppi soono a loro volta in serie, otteniamo l’ipotizzata serie di 16 gruppi da 6 celle ciascuno.

  2. GianniTurbo said, on 20 marzo 2012 at 23:50

    prendi le misure con un calibro? se sono litio magari una capiamo che famiglia è .
    (le TR18650 sono 18mm per 65 mm se non vado errato..)

    [modificato dal moderatore]

  3. GianniTurbo said, on 20 marzo 2012 at 23:53

    x chi legge senza conoscere le puntate precedenti sappai che disastarata è riferito al meccanismo telescopico della valigia, non allo stato della batteria..

  4. gianni(turbo) said, on 21 marzo 2012 at 9:11

    ma hai solo un connettore sul pacco batterie? ovvero carichi e scarichi dallo stesso connettore? di solito i BMS hanno 2 connettori, uno per caricare e uno per scaricare. ( alimentare lo scooter)

    • jumpjack said, on 21 marzo 2012 at 9:31

      Ah sì?
      No, queste batterie hanno un solo connettore.
      Pero’ in effetti la batteria dello Yamasaki è come dici tu, ha un connettore di ricarica e uno di scarica.

      • gianni(turbo) said, on 21 marzo 2012 at 9:36

        se è solo un connettore mi viene da pensare che il bms funzioni solo in ricarica… aspettiamo info da jobike,

      • GianniTurbo said, on 21 marzo 2012 at 22:57

        a proposito ora chiediamo lumi pure sul discorso bms… se con un solo connettore può funzionare in carica e scarica.
        credo di si,

  5. ccrissz7 said, on 21 marzo 2012 at 9:48

    Mitici gli amici di Jobike:-) E’ arrivata la risposta in davvero poco tempo e poi sono sempre preparatissimi!!

  6. jumpjack said, on 22 marzo 2012 at 22:55

    Potrei usare queste celle per ricostruire il mio pacco batterie in caso di necessità?
    http://www.bmsbattery.com/li-ion-cell/13-22ah-18650-licoo2-cylindrical-battery-cells.html

    Per l’appunto sono 96… quante ne servono a me! (però hanno metà capacità…)

    • gianni(turbo) said, on 23 marzo 2012 at 9:23

      Sono un altro amperaggio e un altra forma e non hanno le linguette.
      eventualmente possiamo aprire un post dagli amici di jobike.
      prima però dobbiamo identificare le tue,
      la cosa più semplice (si fa x dire) è identificare le tue, e comprarle uguali.
      poi ti devi divertire a fare 96×2 + 18 saldature perfette🙂
      le saldature se hai pratica non è un problema, l’importante è non surriscaldare le celle al massimo 2-3 secondi a cella.
      devono avere le linguette, senno non è fattibile. Quelle tue sono assemblate con altre attrezzature.
      io la prima cosa che fare è metterci un indicatore di livello tipo questo ma per 16 celle
      http://www.hobbyking.com/hobbyking/store/uploads/646219463X30407X21.pdf

      p.s vedo che ti hanno già risposto sul forum di Jobike

  7. gianni(turbo) said, on 23 marzo 2012 at 9:24

    p.s. sul sito in questione è possibile scegliere con o senza linguette.

  8. GianniTurbo said, on 19 giugno 2012 at 14:03

    mi dici le dimensioni esterne delle batterie? mi stuzzicherebbe lidea di trasformare un italvel in batterie estraibili.

    • jumpjack said, on 19 giugno 2012 at 14:58

      Perché, a che tensione va? Dopo le misuro.

      Sent from my Sony Ericsson Xperia mini pro

      • gianni(turbo) said, on 19 giugno 2012 at 16:15

        no, come non detto mi sono reso conto che è impossibile, c’è un travone del telaio che impedisce la modifica che avevo in mente…
        nel frattempo ho puntato un italvel con centralina rotta,,,

  9. […] 37 – Viaggo nelle batterie […]

  10. […] Diario elettrico 37 – viaggio nelle batterie […]

  11. […] spot” dopo essere state inserite nei loro supporti di plastica, quindi ho dovuto tagliare sia i supporti di plastica che le linguette d’acciaio che fanno da connettore tra gruppi di ce…; e segare/tagliare una lamiera di metallo con attrezzi di metallo dovendo stare attenti a non […]


Puoi inserire un commento qui sotto; diventerà visibile dopo la moderazione dell'amministratore

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: