Jumping Jack Flash weblog

Scoperte archeologiche elettriche nei sotterranei di Roma

Posted in scooter elettrici by jumpjack on 17 marzo 2012

Nei sotterranei di Villa Borghese, nel cuore di Roma, nascosto agli occhi di tutti, si cela un segreto scomodo della città di Roma. Un luogo all’avanguardia, finanziato e costruito quando ancora la tecnologia che lo riguarda era solo agli albori.

Correva l’anno 2000, e il comune di Roma, in accordo con l’ACEA, costruì all’interno del parcheggio sotterraneo di Villa Borghese un’enorme area dedicata interamente ai mezzi elettrici: 40 (quaranta!!) colonnine di ricarica trifase (380V) ognuna con due prese di ricarica a 5 poli, per un totale di 80 punti di ricarica.
E decine di mezzi elettrici tra bici, tricicli, quadricicli elettrici, e i fantomatici scooter elettrici Oxygen Lepton, costruiti in Italia, a Padova, da una ditta americana, ma praticamente mai venduti in Italia ( fino ad oggi! vedi sotto).

Il progetto, per motivi oscuri, non decollò mai.

A 10 anni di distanza, i 40 punti di ricarica sono diventati 20, e servono a ricaricare 4 golf-cart usate dai pochi turisti che riescono a scovare questo posto e a farsicosì un giro nel parco di Villa Borghese.

Oppure i turisti possono usare uno scooter Oxygen Lepton. Ma se a malapena i turisti sanno dell’esistenza di questo posto, come possono saperlo i romani? Ecco infatti cosa scriveva il Corriere della Sera 11 anni fa:

[…] Su 400 motorini elettrici che possono essere affittati, dei quali 300 al parcheggio di villa Borghese e 100 a piazzale dei Partigiani, in questo periodo invernale la media di persone che li prendono e’ estremamente bassa: a volte un solo noleggio al giorno. […]Mancano le colonnine per la ricarica elettrica, e vengono divelte quelle dei taxibus. Una palina che illustra questo nuovo tipo di servizio e’ stata cancellata con la scolorina in piazza Irnerio. Un’ altra e’ stata tagliata e buttata in terra a porta Cavalleggeri. Sono state rimosse in via Marsala.

http://archiviostorico.corriere.it/2001/febbraio/11/motorino_elettrico_romani_non_piace_co_10_010211968.shtml

Ecco un paio di foto “rubate” del luogo, prossimamente cercherò di farne altre più dettagliate:

Un Lepton in ricarica

Le colonnine sono trifase da 380 V, ma l’intraprendente addetto alla ricarica degli scooter è riuscito ad adattarlo ai caricabatterie a 220V dei lepton inserendo un’opportuna resistenza nel circuito.

Dettaglio della colonnina; le prese sono a 5 poli.

Ho dimenticato di fare una foto alla presa, comunque assomigliava a quella per questa spina (su Google non riesco a trovare una foto della presa!)

 

 

 

Deposito/uffici Oxygen

Accanto alle colonnine ci sono gli uffici della Oxygen: deserti di sabato alle 12.00  (e quando dovrebbe venire la gente a farsi un giro in scooter? In un giorno lavorativo?!? Mah), dovrebbero essere operativi negli altri giorni della settimana, o comunque su prenotazione al n. 06-3203811.

E a quanto pare (così mi hanno detto al Motodays una settimana fa), da quest’anno qui a Villa Borghese è anche già ora possibile acquistare gli scooter Lepton, che però altre voci mi dicono essere molto molto costosi, tipo 5000 euro.

 

Ma dove si trova questo antro oscuro che nasconde i segreti elettrici di Roma? Come raggiungerlo?

Inutile provarci da Villa Borghese: quando ci sono stato, l’anno scorso, mi hanno detto “sta laggiù in fondo al tunnel, ma non puoi andarci a piedi e non puoi entrare con l’auto perchè saresti contromano”… Forse ci sarà pure un ingresso nel parco, ben nascosto e ovviamente non segnalato, scherziamo? Iio comunque ho trovato questo:

Si tratta del pianerottolo dove sono le macchinette e le casse per pagare il parcheggio: quello inquadrato è proprio l’ingresso da prendere (le scale sulla sinistra, quelle che portano in alto) per arrivare al Centro Oxygen; ma non lo troverete subito: una volta salite le scale, dovrete camminare, camminare, camminare, attraversare TUTTO il parcheggio andando “verso la luce”, cioè verso l’uscita che sta in fondo. Laggiù, in un angolo buio, sono nascoste le 20 colonnine, una ventina di scooter Lepton, vecchio e nuovo modello…. e 5 scooter elettrici misteriosi!

Sì, prchè misteri e segreti non sono ancora finiti!

Curiosando tra i Lepton, mi sono imbattuto in 3 scooter, con sopra scritto “elettrico”; poi ho visto che sopra c’era la scritta “WDM”, e mi sono ricordato lo scooter Wheeler Dealer Motors provato due anni fa all’EICMA di Milano.

Così ho provato a chiedere agli addetti: hanno iniziato a balbettare che erano molto indaffarati, stavano preparando i mezzi per un evento (veramente erano tutti parcheggiati, la maggior parte chiusi a chiave in un magazzino, ma vabbè), che non sapevano bene cosa fossero quegli scooter e perchè fossero lì;

“Si possono noleggiare?”

“No, no! Macche’ noleggiare!”

“Ah, si possono solo comprare…”

“No, no! Macche’ comprare! Questi… questi… stanno qui perchè… ce li ha messi uno… cioè, so’ de uno… Mo c’avemo da fa che stamo a preparà… non lo so….”

“Cioè, non si comprano e non si noleggiano?!?”

“Beh… boh…”

Poi arriva un altro tizio, il responsabile, che un po’ meno cripticamente mi ha spiegato di che si tratta: sono 5 scooter (poi ho notato gli altri due un po’ più in là) usati l’anno scorso per “un evento” che non mi ha precisato, e poi portati lì “da uno” per … per… “non so, forse li vorrebbe vende, cioè, boh…. Li venderebbe… però, cioè, a 1400 euro l’uno, giusto per ….  per….”

“Per…?”

“Per…. beh… per…”

“…rientrare delle spese?!?”

“Eh, sì, per rientrare delle spese, sì… Praticamente sono nuovi, alla peggio ce n’è uno che ha fatto 15 chilometri”.

“E che potenza hanno?”

“Beh… Vanno a 45 all’ora… per 45 chilometri… però poi li devi ricarica’…”

Io: “Sì, ma che potenza hanno?”

Lui: [silenzio…]

Io: “Dico, che potenza hanno?… Non so, due… tre chilowatt..?”

Lui: [silenzio]…. “Eh.. beh, sì, quello….(?)….”

Io: “Mh.”

Altro tizio: “Aho, qua c’avemo da fa, che devi da fa’???”

Io: “Mh… vabbe’, la vedo un po’ impicciata, semmai ripasso…”

Così mi ha lasciato telefono e mail, assicurandomi che mi saprà dare tutti i dettagli.

Vedremo. Adesso sono davvero incuriosito.

Che cavolo succede nei sotterranei di Roma?!?

 

Comunque, per la cronaca, gli scooter (già immatricolati e targati) potrebbero essere, secondo me, questo modello:

http://www.wheelerdealersrl.com/1/zw_sprint_e_2418160.html

Non ho fatto una foto llo scooter perchè i tizi “che c’avevano da fa’ ” iniziavano ad irritarsi per la mia presenza… Ho giusto fatto un po’ di foto più in là (quelle qui sopra).

 

E tanto per aggiungere un altro tocco di mistero… Ma sarà lo stesso scooter elettrico WDM acquistabile con lo sconto da IKEA?
http://www.wheelerdealersrl.com/1/ikea_partnership_1581883.html

Ma IKEA quale?!? Solo quella di PARMA (probabile) o anche quelle di Roma? (sì, come no)

Tempo scaduto! Sarà il tema della prossima indagine! (Roberto Giacobbo me fa un baffo😀 )

11 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Anonimo said, on 17 marzo 2012 at 20:46

    SEI UNICO!!! SE NON FAI L GIORNALISTA, PER QUALSIASI ALTRO LAVORO SEI SPRECATO!!!! GRANDEE!!

  2. Simone said, on 18 marzo 2012 at 19:54

    Ottima scoperta , purtroppo l’italia e’ piena di veicoli elettrici della prima generazione che sono stati venduti ad amministrazioni per vie traverse e poi abbandonati ad ammuffire in qualche sotterraneo , tra l’altro sto facendo partire un programma di recupero e refitting di questi veicoli per cercare di rimetterli in strada in mano a gente che non li lascia ammuffire in questa maniera

  3. leomignemiLeo said, on 18 marzo 2012 at 20:07

    Fantastico!!!

  4. GianniTurbo said, on 20 marzo 2012 at 23:30

    qualcosa ne so di quelli scooter, li ho prrvati io, sono di un tipo che ha li comperati pere un evento pagato da non so quale ditta, ora non sa cosa farne e li ha appoggiati li, perche amico del gestore dell’affitascooter e li vende ad un prezzo esorbitante a mio avviso, ovvero 1400 euro, sono al piombo da 1000 w dichiarati, sul motore, il venditore, non sapeva che andavano ricaricati pediodicamente,… ho cercato il produttore ma su roma non ci sono concessionari e/o parti di ricambio… ti sto parlando di nottobre/novembre.. uno ha fatto si e no 3 km perchè ha l’acceleratore che si sfila…
    confermo il secondo link, ho pure qualche foto e il telefono del venditore un ragazzo di 25 anni super giù..

  5. GianniTurbo said, on 22 marzo 2012 at 0:15

    domani posto le foto che dovre avere sul cell

  6. […] Scoperte archeologiche elettriche nei sotterranei di Roma […]

  7. […] “posto segreto degli scooter elettrici“, dove da 20 anni giacciono pressochè inutilizzate 20 colonnine di ricarica trifase, sono […]

  8. jumpjack said, on 13 aprile 2013 at 21:04

    Ho controllato oggi, gli scooter sono ancora lì: un Lepton nuovo e 3 vecchi in attesa di proprietario!🙂 https://jumpjack.wordpress.com/2013/04/13/lepton-orfani-cercano-casa/


Puoi inserire un commento qui sotto; diventerà visibile dopo la moderazione dell'amministratore

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: