Jumping Jack Flash weblog

Diario elettrico 2 – Autonomia, comsumi e ricarica

Posted in ambiente, scooter elettrici by jumpjack on 11 maggio 2011

Diario di bordo

dello

scooter elettrico al litio

Zem Star 45

1500W/60Kmh/80Km


CAPITOLO 2


Clicca qui per l’INDICE DEL DIARIO

Trascorsi 9 giorni dall’acquisto dello scooter elettrico ZEM Star 45.

Oltre 400 chilometri percorsi.

Dai vari test risulta che ogni batteria permette 45-50 km, a seconda ovviamente della strada (salite, discese), del traffico (percorso urbano, extraurbano) e della velocità.

A proposito della velocità: lo scooter raggiunge facilmente in pianura i 70 km/h contro i 60 “di listino”… cosa però sconsigliabile, visto che non è evidentemente progettato per raggiungere queste velocità, e la meccanica potrebbe dare problemi (specie i freni).

In ogni caso, dopo 30 km inizia quella che io chiamerei “prima riserva” o “piano-riserva”, nel senso che  dopo 30 km si viaggia agevolmente solo in piano, perchè appena si prova a fare una salita, inizia a suonare l’allarme acustico della riserva: in realtà la batteria è ancora piena a metà, ma l’indicatore di carica scende anche in base al consumo istantaneo, e sulle salite l’indicatore puo’ scendere fino alla zona rossa, facendo accendere l’allarme.

Si possono comunque agevolmente percorrere altri 10 km in pianura o in lieve salita (l’allarme resterà acceso per tutta la salita), più ulteriori 5 a velocità ridotta (30-35 km/h). Pero’ negli ultimi 10 dei 45 km totali percorrere salite è difficile (e forse non fa bene alle batterie: l’allarme resta costantemente acceso, quando il motore è  sotto sforzo).

Di seguito un paio di grafici che illustrano l’assorbimento dei due caricabatterie (ne viene fornito uno per ogni batteria).

I dati di targa sono 67V/3A, quindi un consumo teorico di circa 200 W, perfettamente in linea con quanto misurato:

Ecco invece una ricarica parziale dopo un percorso di 20 km, registrando questa volta solo i consumi del caricabatterie:

Si nota facilmente come l’ultima ora di ricarica non sia a tensione costante ma come la tensione cali esponenzialmente. Il manuale specifica che si puo’ ultimare la carica anche un’ora prima della fine “nominale”, quando si accende l’apposita spia sul caricabatterie, ma che sarebbe meglio aspettare che il caricabatterie si spenga del tutto.

Quello che salta pero’ all’occhio è la notevole differenza tra potenza apparente e potenza attiva, con un CosFi che raggiunge anche valori di 0,575! (non visibile nel grafico ma nell’output testuale del logger di energia).

Da notare che nei primi due grafici ci sono vari valori non correlati al consumo dei caricabatterie, in quanto il logger è a situato a monte di tutto l’impianto di casa (si tratta di un logger Voltcraft EL3500 con supporto per SD card, pagato 65 euro e in vendita ora su http://www.menoenergia.com/  come modello successivo, EL4000)

Purtroppo l’esperimento di viaggio FonteNuova-Lido Di Ostia non è riuscito, per soli 1,5 km di autonomia “mancanti”! In realtà a Ostia ci sarebbe una postazione per la ricarica, ma questo scooter non supporta la ricarica da colonnina, quindi ho dovuto ricaricare la batteria in un bar…

Le colonnine di ricarica hanno infatti una presa di sicurezza con “quarto polo”, mentre i caricabatterie dello scooter hanno una normale presa “siemens” (schucko). Le spine adatte si trovano a comprare online, ma probabilmente non è sufficiente, perchè le colonnine devono poter dialogare elettronicamente con i caricabatterie per dare il consenso all’erogazione di corrente.

Sembra che sia necessario installare una spina come questa (IEC 62196) sul caricabatterie:

Ecco lo schema dei cablaggi tanto delle colonnine (a sinistra) che delle psine (a destra):

1+2 = contattore, che attiva l’erogazione di corrente quando il circuito 3 rileva la presenza della resistenza da 820 Ohm all’interno della spina, connessa a massa. Con “5” sono indicate le ruote del veicolo.

La spina è fabbricata e venduta dalla SCAME; a questo link i  punti vendita

<< Vai a TEST 1   –   Vai a TEST 3 >>

5 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. […] >>> Vai a TEST 2 […]

  2. […] << Vai a TEST 2   –    Vai a TEST 4 […]

  3. […] 2 – Autonomia, comsumi e ricarica […]

  4. […] sono accorto che non ho mai pubblicato dettagli sul caricabatterie, a parte questo vecchio post, quindi ecco tutti i grafici di una ricarica parziale (20 km, batterie in parallelo, logger su una […]

  5. […] Diario elettrico 02 – Autonomia, comsumi e ricarica […]


Puoi inserire un commento qui sotto; diventerà visibile dopo la moderazione dell'amministratore

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: