Jumping Jack Flash weblog

I problemi del cinema 3d

Posted in 3d, Scienza by jumpjack on 3 settembre 2010

La conversione di un’immagine o un filmato da 2d a 3d non è un procedimento semplice; alcuni televisori, si dice, sono in grado di effettuare questa conversione in automatico, in tempo reale e su qualunque contenuto; però opi si sente dire anche che per convertire un film, come per esempio Titanic che arriverà in 3d nelle sale nel 2012, occorrono fino a 8 settimane.

A mio avviso, la seconda affermazione è quella più vicina al vero, dal momento che la “terza dimensione” implica una (notevole) quantità di informazione in più contenuta in un fotogramma: sostanzialmente, almeno il doppio, visto che per ogni fotogramma “tradizionale” ne servono due per vedere in 3d. Se questa informazione è assente nel filmato originale, bisogna necessariamente “inventarla”, e lo si può far fare automaticamente a un computer, che però per quanto potente non è in grado di capire cosa rappresenta un’immagine, e quindi la converte pedissequamente e matematicamente; oppure lo si può fare a mano, intuendo quali sono, nella scena, gli oggetti vicini e quelli lontani, marcandoli digitalmente, e incaricando solo alla fine il computer di produrre un contenuto 3d a partire da un contenuto 2d con l’informazione mancante aggiunta a mano.

In entrambi i casi, comunque, il risultato non potrà mai essere soddisfacente, per un motivo molto semplice: la regia.

La regia di un film 3d è profondamente diversa da quella di un film 2d. In 3 dimensioni, è necessario dare allo spettatore il tempo di “immergersi” nella scena, che non è più solo “vista da fuori”, ma come “vissuta dall’interno”, in quanto lo spettatore se ne sente circondato; per questo nei film 3d è necessario fare molti meno “stacchi” tra le riprese, e tra due scene diverse la profondità di campo, l’inquadratura, la messa a fuoco, non devono essere troppo differenti: questo perché ad ogni cambio di scena è come se lo spettatore fosse fisicamente “teletrasportato” in altro luogo, o nello stesso luogo ma in altra posizione, e questo non può accadere troppo rapidamente senza causare disorientamento e addirittura nausea nello spettatore.

Infine, un altro punto molto importante che dovrà  caratterizzare i film in 3d, ma che al momento non è ancora stato compreso appieno dai registi, è la profondità di campo, la messa a fuoco degli oggetti: una persona, nella vita reale, può decidere a piacimento quale degli oggetti davanti a sé vuole mettere a fuoco, se quelli vicini o quelli lontani; guardando un film 3d, cioè “trovandosi dentro una scena 3d”, questo non è possibile, perché ormai la messa a fuoco è pre-memorizzata nella “pellicola” e non può essere cambiata: il risultato è che, se mentre si sta guardando il soggetto in primo piano, si decide di osservare invece quelli sullo sfondo (che in una proiezione 3d risaltano molto perché ci si sente appunto all’interno della scena, invece che davanti a un’immagine piatta), si tenterà di metterli a fuoco, sforzando gli occhi, ma inutilmente, perché mettere a fuoco un’immagine registrata come sfuocata è impossibile: questo comporta o mal di testa, o frustrazione perche si ha la sensazione di non essere più  in grado di controllare la propria vista.

Finchè non verranno utilizzati nelle riprese 3d gli obiettivi a focale infinita, questo problema costituirà un grosso limite dei film 3d.

———-

NOTA:
Wikimedia Foundation (leggasi Wikipedia) è autorizzata dal sottoscritto a pubblicare sui propri siti, italiani e stranieri, il contenuto di questo post.


Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License.

Una Risposta

Subscribe to comments with RSS.

  1. […] I problemi del cinema 3d […]


Puoi inserire un commento qui sotto; diventerà visibile dopo la moderazione dell'amministratore

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: