Jumping Jack Flash weblog

Nuove interfacce multitouch

Posted in intuizioni by jumpjack on 3 novembre 2008

Prima stesura: 3 novembre 2008

La nuova tecnologia “multitouch”, che permette di utilizzare touch screen con piu’ di un dito  contemporaneamente, associate a schermi sempre piu’ grandi e sempre piu’ piatti, aprono nuove prospettive per l’utlizzo dei PC.

Normalmente siamo abituati ad avere il monito davanti a noi, ad una certa distanza, in verticale. Questo avviene tuttavia solo per motivi che potremmo definire “storici”: quando sono nati i PC, gli unici monitor disponibili erano scatole cubiche, in cui un lato faceva da monitor: la loro collocazione era obligatoriamente davanti a noi, con lo schermo verticale. Inoltre, la tecnologia touchscreen inizialmente non esisteva, quindi qualcuno inventò il mouse, che permetteva di interagire con lo schermo immaginando che il movimento della mano sul tavolo corrispondesse al movimento del cursore sullo schermo.

Oggi, 30 anni dopo, il modo in cui usiamo i monitor è ancora influenzato da come funzionavano PC e monitor agli albori della storia dell’informatica. Ma in realtà non è più necessario usare i PC moderni come se fossero terminali degli anni ’70.

Oggi:
– gli schermi piatti, spessi solo 2 o 3 centimetri, sono lo standard;
– i touchscreen sono diventati economici e stanno iniziando a diffondersi sui portatili
– è stata inventata l’interfaccia “multitouch”, che permette di usare più di un dito contemporaneamente per controllare gli oggetti sullo schermo

Tutto questo ci permette di inventare un nuovo modo di utilizzare il monitor del PC, il “desktop” del nostro sistema operativo: mettendolo in orizzontale, o al massimo leggermente obliquo, ma comunque in basso, non in alto, come se fosse un libro o un giornale.

L’assenza del tubo catodico permette infatti di tenere il piano dello schermo vicino al tavolo, come con un portatile;  e nel caso del portatile la presenza del touchscreen permette di eliminare il mousepad, lasciando solo la tastiera.
Infine, l’ultima rivoluzione, il multitouch, permette di eliminare anche i tasti del mouse, inventati per “simulare” vari usi delle dita: prendere un oggetto e spostarlo, sottolineare un testo, aprire un oggetto…

Fino ad ora, abbiamo usato queste astrazioni:
-trascinare un oggetto: cliccarci sopra e muovere il mouse mantenendo il tasto premuto
-aprire un oggetto (icona): fare doppio click
-accedere al menu contestuale: click destro
-selezionare un testo: cliccare in un punto e trascinare il cursore (tenendo premuto o il tasto del mouse o lo shift)

Ora potremmo usare nuovi sistemi:

-trascinare un oggetto: “pizzicarlo” sullo schermo, e mantenendo uniti pollice e indice, trascinarlo in un altro punto
-aprire un oggetto: appoggiare pollice e indice sull’oggetto e allontanare le dita (una sorta di “pizzico al contrario)
-selezionare un testo: poggiare due dita all’inizio del testo, tenendole sopra e sotto il testo da selezionare, e spostare le dita verso destra
-accedere al menu contestuale: questo è quello che potrebbe causare più problemi, nell’adattamento al multitouch: come si può “entrare in un oggetto senza aprirlo”? Forse si potrebbero usare tre dita invece di due. In realtà, essendo ormai abituati a usare il doppio click per aprire un oggetto, sarebbe forse più familiare usare il doppio tocco per aprire un oggetto, e le due dita che si allargano per aprire il menu’ contestuale. L’apertura a tre dita si potrebbe riservare per simulare il tasto centrale.
Simulare la rotella di scorrimento non sarà più necessario, in quanto avremo sempre le mani sullo schermo, e basterà toccare il “foglio” nel posto giusto per farlo “scorrere”.

Quado poi finalmente saranno economicamente accessibili schermi di dimensioni generose (un metro per un metro), potremo finalmente dire addio anche all’ultima limitazione dei PC, cioè sovrapporre piu’ documenti uno sull’altro, nell’unico spazio disponibile: lo schermo, largo poco piu’ di un foglio! Nessuno si sognerebbe di lavorare a due o tre documenti cartacei sovrapponendoli sul tavolo, è molto piu’ comodo sparpaglarli su una scrivania di 2 metri quadri. Al momento questo non è possibile sui monitor, e’ ancora necessario usare l’astrazione delle finestre sovrapposte. Ma forse presto ci libereremo anche di questa costrizione.

2 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Intuizioni « Jumping Jack Flash weblog said, on 3 novembre 2008 at 10:29

    […] – Le nuove interfacce multitouch e la rivoluzione informatica […]

  2. […] Nuove interfacce multitouch […]


Puoi inserire un commento qui sotto; diventerà visibile dopo la moderazione dell'amministratore

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: